Probabili formazioni: un Genoa sperimentale contro la Juventus

Possibile il rientro di Goldaniga in difesa. In mediana torna Rovella

11769
Rovella Genoa
Controllo a volo di Rovella (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Toh! C’è la Coppa Italia: sempre a turno unico (Ma perché? Per non dare fastidio a campionato e Coppe europee?), mentre sarebbe più equo un doppio match andata e ritorno. Considerazioni sul torneo a parte, domani sera il Genoa si recherà a far visita alla Juventus. Davide Ballardini dovrebbe schierare una sorta di squadra sperimentale: ciò non vuol dire che sia una formazione arrendevole, il tecnico romagnolo pretende sempre un impegno costante in tutte le partite e vuol valutare sempre chi schiera in campo.

Il modulo dovrebbe essere ancora il collaudato 3-5-2. Marchetti dovrebbe essere titolare in porta, come già avvenuto contro Catanzaro e Sampdoria. Davanti al portiere, dovrebbe esserci il rientrante Goldaniga oltre a Bani e Criscito che dovranno frenare Kulusevski e Morata, due “clienti” molto insidiosi. A centrocampo Lerager, Badelj e Rovella dovranno duellare contro Rabiot e Arthur: una mediana abbastanza robusta per contenere e proporre gioco. Sulle fasce spazio a Ghiglione a destra contro Frabotta, mentre Czborra se la vedrà con Demiral: Parigini è rientrato da poco in gruppo, forse per lui ci potrebbe essere spazio a gara inoltrata. In attacco, Destro e Shomurodov dovrebbero restare in panchina: dovrebbe dunque giocare la coppia Pjaca-Scamacca. Fischio d’inizio dell’arbitro Chiffi alle 20.45: passo e chiudo!

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.