Probabili formazioni: 4-3-3 per Milan e Genoa

Alcuni dubbi a centrocampo per Mandorlini

70
Gìo Simeone (da genoacfc.it)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Toh, c’è Milan-Genoa. Dopo una settimana di comunicati, controcomunicati e polemiche è arrivato il momento di giocare. Una gara difficile per i rossoblù di Mandorlini: i rossoneri provengono dal match contro la Juventus, anche questo denso di polemiche per il rigore concesso ai bianconeri, e sono in corsa per un posto in Europa League. Prima di scrivere sui possibili schieramenti un occhio alla storia e alla cabala. Per certi versi, questo periodo tormentato attraversato dal Grifone presenta alcune analogie con quello del 2012: allora la squadra fu inviata in ritiro a Coccaglio, località della Franciacorta, poiché affrontò (regnante in panchina Gigi De Canio) il 2 maggio il Cagliari in campo neutro a Brescia e vinse 2-1. Il ritiro nella località bresciana fu ripetuto nell’inverno successivo quando (allenatore Gigi Delneri) il Grifone conobbe un altro periodo non facile. E fu una scelta fortunata, visto che il 25 novembre il Genoa vinse 1-0 a Bergamo contro l’Atalanta, mentre il 16 dicembre pareggiò 1-1 col Torino. Chissà forse anche la “clausura” in quel di Casalmaiocco, ridente località in provincia di Lodi a poco più di mezz’ora dallo stadio di San Siro, potrebbe ispirare positivamente gli uomini di Mandorlini.

Tralasciamo la cabala e veniamo alle formazioni. Il Genoa dovrebbe giocare col 4-3-3, modulo preferito da Mandorlini e speculare con quello rossonero: il resto non è di facile interpretazione, visto che gli allenamenti sono stati rigorosamente a porte chiuse. In difesa dovrebbero essere schierati (da destra): Izzo, Munoz, Gentiletti e Laxalt. A centrocampo, dovrebbero essere schierati Hiljemark, Cataldi e Ntcham: possibile variante Cofie al posto dell’ex giocatore della Lazio e Rigoni invece dello svedese. Attacco col trio Lazovic-Simeone-Taarabt: difficile l’impiego di Palladino al posto di quest’ultimo. Possibili duelli: Cataldi-Bertolacci (1° ex rossoblù), Kucka (2° ex)-Ntcham e Fernandez-Hiljemark. Attenzione a Ocampos (3°ex): dall’altro lato potrebbe esserci un Taarabt motivato a ben figurare contro la sua ex squadra. Fischio d’inizio dell’arbitro Russo di Nola alle ore 20.45: passo e chiudo!

PROBABILI FORMAZIONI

MILAN (4-3-3): 99 Donnarumma; 2 De Sciglio, 17 Zapata, 29 Paletta, 21 Vangioni; 33 Kucka, 91 Bertolacci, 14 Fernandez; 11 Ocampos, 9 Lapadula, 7 Deulofeu. Allenatore: Vincenzo Montella. In panchina: 30 Storari, 35 Plizzari, 15 Gomez, 31 Antonelli, 73 Locatelli, 96 Calabria, 80 Pasalic, 10 Honda, 16 Poli, 63 Cutrone.

GENOA (4-3-3): 23 Lamanna; 5 Izzo, 22 Munoz, 3 Gentiletti, 93 Laxalt; 15 Hiljemark, 94 Cataldi, 10 Ntcham; 22 Lazovic, 9 Simeone, 17 Taarabt. Allenatore: Andrea Mandorlini. In panchina: 38 Zima, 83 Rubinho, 14 Biraschi, 21 Orban, 2 Edenilson, 30 Rigoni, 4 Cofie, 32 Morosini, 16 Beghetto, 51 Pinilla, 11 Palladino, 27 Pandev.

Arbitro: Russo di Nola. Assistenti: Barbirati e Piretti. Quarto uomo: Paganessi. Addizionali Irrati e Sacchi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.