Probabili formazioni: 4-3-1-2 per il Genoa con possibili varianti

Domani è il gran giorno del debutto di Thiago Motta sulla panchina rossoblù: c'è grande attesa per capire come schiererà la squadra contro il Brescia

4864
Pinamonti Thiago Motta Genoa
Le indicazioni di mister Thiago Motta a Pinamonti (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Domani è il gran giorno del debutto di Thiago Motta sulla panchina del Genoa. Lo farà davanti al Ferraris, che aveva lasciato da giocatori nel 2009, con i tifosi genoani pronti a sostenerlo per 90 minuti. L’avversario non sarà facile: è il Brescia, neopromossa insidiosa con due punti in più del Grifone e una gara da recuperare col Sassuolo. Non avendo visto in azione gli allenamenti “Mottiani” (le sedute erano rigorosamente a porte chiuse) si può provare a ipotizzare una “più probabilissima” (l’errore è voluto) formazione rossoblù per domani. Considerata anche la vocazione offensiva del nuovo allenatore, si può pensare all’impiego del modulo 4-3-1-2 speculare a quello del suo avversario Eugenio Corini. Ecco il dettaglio: uno schieramento utilizzando gli uomini che finora hanno giocato con più continuità e un altro con le possibili alternative per ruolo.

Portiere: Radu è sicuramente titolare.

Difesa: l’assetto conservativo è Ghiglione-Romero-Zapata-Barreca. Possibile variante Ankersen terzino destro, Biraschi al centro al posto di Zapata.

Centrocampo: trio Schöne-Radovanovic-Lerager. Variante: Cassata al posto di Radovanovic, con Schöne al centro in regia. Possibili i subentri di Jagiello o Agudelo, se hanno convinto Motta.

Attacco: Pandev trequartista alle spalle di Pinamonti e Kouamé. L’alternativa è Saponara sulla trequarti: Gumus non ha mai giocato gare ufficiale, possibile un suo impiego durante la partita.

Fischio d’inizio dell’arbitro Abisso alle 20.45: passo e chiudo!

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.