La probabile formazione del Genoa: Criscito arretra, al suo posto Lazovic

Il capitano giocherà per la prima volta in stagione nella linea arretrata; Pereira e Lazovic saranno i laterali di centrocampo. Pandev dietro le punte

3517
Criscito Genoa
Criscito contro il Sassuolo (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ballardini non cambierà modulo. Lo ha già anticipato in conferenza stampa a Villa Rostan. Spazio ancora al 3-4-1-2, questa volta però con Pandev dietro la migliore coppia d’attacco del Genoa: Piatek-Kouamé. Il tecnico di Ravenna cambierà qualcosa per ragioni tattiche, ha spiegato, e non fisiche. Il Grifone non ha il fiato corto ma deve ritrovare l’umiltà operaia, segreto della scorsa salvezza.

CENTROCAMPO – Immaginando che sarà Giaccherini l’uomo tra le linee del Chievo, i rossoblù devono schermarlo con un centrocampista rapido (oppure con la scalata in avanti di un difensore, ma a Spolli non ci sono alternative in questo momento). Il compito può essere affidato a Hiljemark e, senza palla, a Pandev. I laterali saranno Pedro Pereira a destra e Lazovic a sinistra: nelle amichevoli estive il serbo aveva destato una buona impressione in quella posizione. Romulo preferito ancora come mezz’ala.

DIFESA – Un turno di riposo a Zukanovic, apparso in grande difficoltà all’Olimpico: al suo posto Mimmo Criscito, per la prima volta in stagione in linea. Spolli e Biraschi completano il reparto. Federico Marchetti ha bisogno di giocare e ritrovare la confidenza con una partita vera, ecco perché giocherà anche il turno infrasettimanale.

Genoa (3-4-1-2): Marchetti; Biraschi, Spolli, Criscito; Pereira, Romulo, Hiljemark, Lazovic; Pandev; Piatek, Kouamé. All. Ballardini

Chievo (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Tomovic, Rossettini, Barba; Rigoni, Radovanovic, Hetemaj; Giaccherini; Stepinski, Meggiorini. All. D’Anna

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.