Primocanale -Tre punti vitali, ma ne servono altri

Giovanni Porcella: «Sorvolo sul gol annullato e su altro, spero per una volta che anche per il Genoa il Var si faccia vivo»

3480
Porcella Genoa
Giovanni Porcella (foto da Primocanale)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Uno Zappacosta scatenati, una difesa che si chiude come non succedeva da tempo e i cambi azzeccati di Ballardini con Scamacca (con lui succede sempre qualcosa, molto spesso di positivo) che rompe con un gol gli equilibri ed Eldor che chiude i conti. Lo Spezia sta a guardare il Genoa e giustamente perde dopo che nel primo tempo su era salvata in almeno tre occasioni col lato b. Il Grifone sorride e respira, ma pensare che si possa vivacchiare fino alla fine sarebbe un suicidio. Difficile immaginare quanti punti possano servire ancora, a 39 probabilmente sei salvo di meno non si sa ed è meglio che il Genoa cerchi una vittoria nelle ultime 5 partite o 3 pareggi, prima della trasferta di Cagliari. Detto questo il Genoa con lo Spezia è stato finalmente deciso e concentrati e anche umile e paziente. Ballardini tiene tutti con i piedi per terra perché ha capito che comunque in molti gli hanno dato risposte confortanti altri no. Per esempio Pjaca non incide e Destro si è mangiato un gol da paura e raramente ha tenuto palla. Ovviamente bravissimo Zappacosta che ha asfaltato Vignali, perfetti Badelj e Strootman, come Masiello, Criscito e Biraschi. Sorvolo sul gol annullato e su altro, spero per una volta che anche per il Genoa il Var si faccia vivo. Resta una piccola soddisfazione per i 6 punti presi allo Spezia che potrebbero essere fondamentali. Ma conviene rimanere sul pezzo e non pensare al futuro anche se il Balla comprensibilmente ha ricordato che con lui Il a Genoa ha fatto 29 punti in 20 partite e ha fatto bene.

Giovanni Porcella – Primocanale.it/Grifhouse

CLICCA QUI PER COMMENTARE L’ARTICOLO SUL BLOG DI PORCELLA

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.