Primocanale: tanti infortuni a centrocampo, Genoa in emergenza

Il tecnico Davide Nicola è al lavoro per cercare di affrontare al meglio la Lazio

5730
Schöne Genoa Schone Nicola
Lasse Schöne (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sturaro non ci sarà per squalifica, Ghiglione tornerà solo a fine marzo, Lasse Schone è in forte dubbio a causa dell’ affaticamento muscolare ai flessori della coscia, Lerager prosegue la rieducazione per la tendinopatia degli adduttori, Pajac combatte con l’infiammazione alla tibia, Ora anche Ivan Radovanovic è ko: per il serbo confermata la distorsione al ginocchio con interessamento dei legamenti dopo l’infortunio subito nella vittoriosa sfida del Dall’Ara di sabato scorso.

Il centrocampo del Genoa più che di lotta e costruzione sembra una centro-sala per la riabilitazione dell’ospedale San Martino. Nicola per la sfida con la Lazio dovrà fare i salti mortali per costruire una linea mediana capace di contrastare la forza, la fantasia e la corsa dei vari Milinkovic Savic, Luis Alberto e Lucas Leiva, uno dei centrocampo per qualità e sostanza più forti della serie A. In questi giorni Nicola è chiamato a trovare una soluzione. Non molti i nomi tra cui pescare. Sulle fasce spazio a Criscito e Ankersen, in mezzo oltre a Bherami dovrebbero trovare una maglia da titolare Cassata e Jagiello. Le alternative per il tecnico rossoblù sono rappresentate da Barreca e lo svedese arrivato dal Goteborg a gennaio Sebastian Eriksen. Tuttavia molto dipenderà da Schone e il suo recupero. Solo a quel punto Nicola potrà optare per una scelta.

Buone notizie invece se si guarda all’attacco dove per Goran Pandev ha recuperato e sarà regolarmente del match. Uno stimolo in più per il macedone che affronta il suo passato. Per Criscito e compagni la sfida si annuncia più che complicata, per questo Nicola chiede come al pubblico rossoblù di sostenere la squadra. Le vittorie contro Cagliari e Bologna hanno ridato entusiasmo. Ma la strada per la salvezza è ancora lunga.

Tratto da Primocanale.it

CLICCA QUI PER COMMENTARE L’ARTICOLO SUL SITO DI PRIMOCANALE

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.