Primocanale – Destro e Shomurodov: Genoa ok, ma la difesa va rinforzata e Schöne reintegrato

Giovanni Porcella: «Se Goldaniga e Bani non fanno garanzie occorre cercare subito un rinforzo con Benatia in cima alla lista»

7385
Porcella Genoa
Giovanni Porcella (foto da Primocanale)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Un tempo alla Maran, un altro decisamente targato Ballardini. Il nuovo corso prosegue col pareggio conquistato contro la Lazio. Un punto che vale per la classifica e ancora di più per l’autostima di un gruppo che col tecnico precedente non solo aveva toccato il fondo ma stava addirittura scavando la fossa. Per questo il Genoa è ancora a due facce. Con la squadra di Inzaghi l’inizio è stato preoccupante. Zapata al rientro subito sotto pressione, Zappacosta titolare ha patito sulla fascia le incursioni biancocelesti, Pjaca praticamente a vuoto e Rovella affannoso. Così è arrivato il rigore, un po’ così, causato da Zapata e realizzato da Immobile. Lì il Grifone ha tremato perché ha rischiato. Fuori il difensore colombiano ancora per infortunio e dentro Radovanovic come a Spezia e il serbo non tradisce anche se non è il suo ruolo quello di centrale difensivo. Se Goldaniga e Bani non fanno garanzie occorre cercare subito un rinforzo con Benatia in cima alla lista.

Insomma il Genoa con la Lazio ha rivisto i fantasmi dal momento che che l’unico tiro in porta è arrivato alla fine del primo tempo con Pjaca, unico squillo del croato che infatti non rientra più. Ballardini infatti cambia e azzecca tutto. Shomurodov suona la carica e Zajc al posto di Rovella pare un altro. Arriva il pari di Destro che segna il suo quinto gol stagionale in 520 minuti. È lui il bomber. Lo sostituisce Scamacca un po’ stordito dalle voci di mercato ma il romano comunque si fa vedere. Lazio sorpresa e rossoblu che potrebbero anche vincere ma va bene cosi. Un pensiero va giocoforza a Schöne che potrebbe essere reintegrato. Un giallo quello del danese che va risolto. Di sicuro la cura Ballardini sta funzionando. Non c’è tempo per rilassarsi, la classifica resta da paura e alle porte c’è il Sassuolo.

Giovanni Porcella – Primocanale.it

CLICCA QUI PER COMMENTARE LA NOTIZIA SU PRIMOCANALE.IT

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.