Primocanale – Coronavirus, 39 vittime oggi in Liguria: quasi 3800 positivi

Salgono così a 595 i deceduti dall’inizio dell’emergenza. I guariti con 2 test consecutivi negativi sono 180 (20 più di ieri). La diretta video dalla Regione

328

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ammontano a 3772 le persone positive al Covid-19 in Liguria, 41 in più rispetto a ieri, e sono 595 i deceduti dall’inizio dell’emergenza (39 più di ieri). I test effettuati sono 15.533 (486 più di ieri).  Sono al domicilio 1812 persone (12 più di ieri), clinicamente guariti (ma restano positivi e sono al domicilio) 657 persone (17 più di ieri). I guariti con 2 test consecutivi negativi sono 180 (20 più di ieri).

Secondo i dati relativi ai flussi tra Alisa e Ministero, dei positivi totali, 1303 sono gli ospedalizzati (12 più di ieri), di cui 162 in terapia intensiva (3 meno di ieri) così suddivisi: Asl 1 – 215 (di cui 24 in terapia intensiva), Asl 2 – 170 (di cui 29 in terapia intensiva), San Martino – 320 (di cui 41 in terapia intensiva), Evangelico – 61 (di cui 6 in terapia intensiva), Ospedale Galliera – 144 (di cui 13 in terapia intensiva), Gaslini – 3, Asl 3 Villa Scassi – 192 (di cui 23 in terapia intensiva), Asl 3 Gallino Pontedecimo – 6, Asl 3 Micone – 3, Asl 4 – 70 (di cui 9 in terapia intensiva), Asl 5 – 119 (di cui 17 in terapia intensiva).

Le persone in sorveglianza attiva sono 3147, così suddivise: Asl 1 – 794, Asl 2 – 628, Asl 3 – 900, Asl 4 – 405, Asl 5 – 420.

I TAMPONI IN AUTO – Hanno preso il via oggi lunedì 6 aprile i tamponi in auto per le persone guarite dal coronavirus in Liguria ma negative solo a uno dei due test che devono essere effettuati per certificare l’avvenuta guarigione definitiva (LEGGI QUI).

LA DISTRIBUZIONE DELLE MASCHERINE – La Regione sta studiano le modalità di consegna alla popolazione delle circa sue milioni di mascherine recuperate e destinate ai cittadini. entro la fine della settimana dovrebbe iniziare la distribuzione (LEGGI QUI).

LA VESTIZIONE ANTI COVID 19 – Tuta, mascherina, doppi guanti, visiera: in tempo di Coronavirus è tempo di vestizione per tutti gli autisti e i soccorritori delle pubbliche assistenze. Alla Croce Bianca Genovese abbiamo assistito all’arrivo della chiamata di soccorso per paziente Covid o presunto Covid e alla successiva preparazione. Tempo stimato prima di partire con l’ambulanza: 5 minuti. Prima di infilare la tuta protettiva, quella bianca che oramai abbiamo imparato a conoscere, i militi devono rimuovere le calzature; solo a quel punto sono pronti per indossare la tuta, seguita poi dalla mascherina, dai doppi guanti e infine dalla visiera (LEGGI QUI).

IL CORONAVIRUS E I BAMBINI – Le percentuali di bambini che hanno contratto il Coronavirus in tutto il mondo restano bassissime. La pandemia che sta sconvolgendo il pianeta sembra toccare solo di striscio i più piccoli. I casi gravi e i decessi con Coronavirus sono rari. In Liguria i casi di bambini risultati positivi sono poche decine e per nessuno di questi si sono verificate complicazioni (LEGGI QUI).

Tratto da Primocanale.it

CLICCA QUI PER COMMENTARE LA NOTIZIA SUL SITO DI PRIMOCANALE

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.