Primavera 1: Genoa alla ricerca dei tre punti nel Derby della Lanterna

Appuntamento fissato per sabato alle 15:00: Probabile 4-3-3 per la formazione allenata da Luca Chiappino. Pianetagenoa1893.net seguirà in live match la stracittadina

716
Azione a centrocampo durante Genoa-Spal Primavera (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ci siamo. Tra meno di 48 ore sentiremo il fischio d’inizio del Derby della Lanterna Primavera. Il calendario ha voluto che si giocasse alla 3ª di campionato, in una situazione che vede le due formazioni genovesi non navigare in ottime acque. Infatti, dopo i primi impegni, Genoa e Sampdoria si ritrovano entrambi a 1 punto. I rossoblù sono reduci dal pareggio tra le mura del Begato 9 contro la rivelazione Spal, capace di battere l’Inter per 2-1, e la sconfitta in trasferta contro la Roma, dove i ragazzi di Chiappino si sono fatti recuperare il vantaggio maturato dopo i primi 45 minuti, uscendo battuti 3-2 dal Tre Fontane. Stessa sorte per i blucerchiati. Battuti all’esordio dai pari età della Milano nerazzurra con un sonoro 3-0, hanno poi collezionato un punto pareggiando in casa contro la Lazio. Si presentano alla partita con una preparazione fisica certamente migliore, con alle spalle anche le due gare di Coppa Italia Primavera vinte con Entella e Torino.
Appuntamento fissato per sabato alle 15:00 a Begato, dunque, con la possibilità di seguire la sfida su Sportitalia. Pianetagenoa1893.net seguirà in live match la stracittadina.
Non possiamo che aspettarci una sfida combattuta. Non soltanto per la natura stessa dell’incontro, ma anche per la volontà di entrambe le squadre di conquistare i primi tre punti stagionali, che garantirebbero un notevole salto in classifica, oltre che un’importante dose di morale dopo un inizio piuttosto complicato.
Probabile 4-3-3 per la formazione allenata da Luca Chiappino, con Tononi a protezione della porta e capitan Piccardo come certezza a comandare la difesa assieme a Zaccone, Dumbravanu e Dellepiane, preferito a De Angelis nella gara contro la Roma. Centrocampo affidato al confermato trio Eyango, Besaggio e Turchet, mentre è possibile che per l’attacco venga confermato quello della trasferta capitolina, con Kallon a sinistra (in cerca di riscatto dopo l’ultima gara al di sotto delle sue reali qualità), Estrella al centro e Boli a destra.
Sarà 3-5-2, invece, per i ragazzi guidati da Felice Tufano. Sicurezza tra i pali con Saio. Retroguardia composta da Aquino, Kaique Rocha e Angileri, a fare da copertura ai cinque di centrocampo Trimboli, Siatounis, Francoforte, Somma e Giordano. Manovre offensive gestite dal duo d’attacco Yayie Mpie e Marrale.
I pronostici, da quando è in vigore il campionato di Primavera 1, danno ragione alla Sampdoria, con tre successi e dieci centri totalizzati, contro le due vittorie e sette gol fatti. Un solo pareggio, datato 21 aprile 2018, terminato in casa della Sampdoria 2-2. A segno Salcedo e autogol di Mikulic per i rossoblù, Stijepovic e autorete di Altare per i blucerchiati. Se invece risaliamo fino alla stagione 2007-2008, la situazione varia poco, con otto successi per il Genoa, dieci per la Sampdoria e otto pareggi. Ventotto i centri per la squadra genoana contro i quaranta della rivale cittadina. Dato curioso, è la media punti/partita di Chiappino contro la Samp: 1.20, con tre vittorie, tre pareggi e quattro sconfitte. Uno score sicuramente incoraggiante se confrontato con quello del collega Tufano: 0.83, con una vittoria, due pareggi e tre sconfitte. Tutt’altro discorso va fatto per i precedenti tra i due allenatori. Vittoria quasi assoluta per i tecnico blucerchiato, che vanta un record di 2 punti a incontro con sei successi, due pareggi e due sconfitte.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.