Preziosi: «Lavoro per vendere il Genoa: il mio futuro è lontano da qui»

«Il futuro di Prandelli è legato alle sue decisioni, mica alle mie...» spiega il patron rossoblù

7971
Preziosi
Preziosi al quartier generale del Genoa a Genova Pegli (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa se l’è vista davvero brutta ma per sua fortuna la stagione è terminata con la salvezza. «Godiamoci questi quattro, cinque giorni di lontananza dal calcio dopo un anno difficile. Abbiamo commesso (io in primis) una lista troppo lunga di errori, all’inizio come strada facendo» spiega Enrico Preziosi, intercettato da Telenord all’uscita di un ristorante genovese.

«Prandelli? Il suo futuro è legato alle sue decisioni, mica alle mie…» chiosa gelidamente il presidente rossoblù.

Infine una battuta sul rapporto con i tifosi: «Non cerco avvicinamenti. Mi interessa solo che sia criticata la mia carica presidenziale del Genoa. Accetto anche i “vaffa” ma non gli insulti personali. Sto lavorando anche per la cessione della società: ho bisogno di qualche giorno per verificare l’attendibilità degli acquirenti. Nel futuro mi vedo fuori dal Genoa, è arrivato il momento di farla finita».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.