Preziosi inaugura il nuovo Pio: «Quindici anni fa non c’era niente»

Due campi in erba naturale ed entro due mesi altre tre strutture in muratura

2821
Pegli Pio Genoa Preziosi
Il Pio-Signorini di Pegli, in piccolo Enrico Preziosi (foto di Pianetagenoa1893.net)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Nastro tagliato a Pegli, nel nuovo centro sportivo del Genoa. Che, gira e rigira, è sempre lo stesso ma con una nuova veste. Più verde, meno cemento. Più erba naturale e spazio per gli allenamenti. Il varo è stato affidato alle parole di Enrico Preziosi, presidente del Genoa: «Quindici anni fa c’erano solo buche larghe parecchi metri. Avevamo bisogno di una struttura capiente, soprattutto quando la squadra è numerosa». Due campi in erba, anziché uno, talmente ben pettinata da apparire sintetica: con un nuovo drenaggio che agevolerà gli allenamenti anche nelle settimane di burrasca.

L’impianto del Grifone dimostra che anche in Liguria, con le note difficoltà territoriali, è possibile edificare con intelligenza e in chiave moderna. Il nuovo Pio-Signorini ha meno spalle di terra ai fianchi, è più piatto, e, nei prossimi mesi, sarà più verticale perché sorgeranno tre nuovi fabbricati in muratura. «Una palestra, un magazzino e una vasca rigenerante» ha spiegato Preziosi nella giornata degli onori di casa. Spazio per la prima squadra ma anche spazio per i tifosi: sono già sorti (ma al momento in stato di messa in sicurezza) gli spalti in cemento a bordo campo, più piccoli dei precedenti. Torneranno utili durante gli allenamenti a porte aperte, promessi da Andreazzoli.

E le mitologiche statue del Pio, che tutto videro e niente dissero, che fine hanno fatto? Pure loro stanno affrontando un ritiro per tornare in piena condizione tra poche settimane. Gli interventi di riassestamento, sabbiatura e sbiancaggio sono durati più del previsto ma le sculture di Pegli torneranno a scrutare gli allenamenti e i segreti del Genoa, mute e impassibili come sempre. Per il resto c’è ancora molto lavoro da ultimare, in campo come sul mercato, ma il Grifone è pronto al debutto. Ieri è stato effettuato il primo nel nuovo centro sportivo del Genoa.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.