PREZIOSI: «Finalmente un Genoa diverso, la vittoria di ieri è molto importante»

«Era importante vincere ieri perchè tre punti nella nostra zona di classifica fanno bene, speriamo per il futuro. Si è visto un Genoa diverso, con gli innesti che abbiamo fatto dovremmo salvarci». Il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, ha parlato della vittoria contro la Lazio e delle prospettive di salvezza prima di entrare nella sede […]

64

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Era importante vincere ieri perchè tre punti nella nostra zona di classifica fanno bene, speriamo per il futuro. Si è visto un Genoa diverso, con gli innesti che abbiamo fatto dovremmo salvarci». Il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, ha parlato della vittoria contro la Lazio e delle prospettive di salvezza prima di entrare nella sede della Lega di A a Milano.

«Ballardini ha portato un po’ di serenità – prosegue il massimo dirigente rossoblù – ci sono però situazioni che si combinano. Quando un allenatore prende 9 partite su 10 comincia a perdere anche un po’ di autostima e non riesce a trasmettere sicurezza alla squadra. Delneri è uno degli allenatori più sereni che ci sia in Italia però non ha avuto fortuna e strada facendo ha perso sicurezza».

Riguardo al caso Velazquez, Preziosi spiega che «la stampa ha sempre detto che era un caso disperato e che avevamo condotto male la trattativa col club, ma così non è visto che ho ragione». Poi passa alle proteste dell’Udinese per il rigore inesistente subito contro il Milan, forse meno forti di quella della Juve col Genoa: «Forse c’è meno interesse, non saprei, l’Udinese è stata tranquilla mentre quello che ha fatto la Juve ne ha risposto con la giustizia sportiva».

Preziosi non si pronuncia riguardo alle squalifiche di Conte e Bonucci dopo la gazzarra di Juve-Genoa: «Non fatemi mettere contro la Juve. Sono state esagerate le reazioni. Le stesse persone se ne sono rese conto. La Juve può rispondere meglio in certe situazioni. Come ha detto Andrea Agnelli “a volte non si può essere dei lord a fine partita”, e loro non lo sono stati».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.