Preziosi cederà il Genoa agli americani? Su Primocanale solo il 26% crede nella cessione

Giovanni Porcella: «Il “no” è al 68 per cento con il resto intorno al 6 per cento che “non sa”»

8926
Preziosi Genoa
Enrico Preziosi, presidente del Genoa

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

 L’agenda rossoblu e’ fitta di impegni perché il passaggio di proprietà del Genoa di Preziosi al fondo americano “777 Partners” sembra ormai definito. Entro un mese o poco più, dovrebbe infatti essere messo nero su bianco anche se di cifre di acquisto non se ne parla. Insomma alcuni passaggi sono ancora avvolta nel mistero, eppure il presidente è più che convinto che il passaggio si farà. Ma il fatto che Preziosi possa rimanere nella nuova società ha spiazzato la tifoseria e sarà per questo che i numeri che escono da un sondaggio presente da alcune settimane sul sito di Primocanale sono da osservare. Non c’è un campione scientifico, ma alla domanda se Preziosi cederà il Genoa, le risposte vedono un “si” al 26 per cento, mentre il “no” è al 68 per cento con il resto intorno al 6 per cento che “non sa”.

Insomma c’è ancora molta incertezza su questa trattativa che da riservata è diventata praticamente pubblica. Entro pochi giorni il versamento di una prima tranche di soldi e poi a ottobre il closing. I nomi non mancano: Sean Sogliano come direttore sportivo e Andre Blazquez referente del fondo a tirare le fila, ma con Preziosi che resterà con un ruolo definito e non solo come traghettatore. Anzi andrà ben oltre. Il fondo che conta 600 dipendenti e circa 3 miliardi di euro di capitale, fa sognare una svolta al popolo rossoblu, eppure il pubblico sembra non volessi sbilanciare. Intanto la squadra ha ripreso la preparazione in vista del delicato match di domenica col Cagliari.

Dei nuovi Caicedo e Fares sono sembrati i più pronti nell’amichevole persa ad Alessandria. Positiva anche la prestazione di Destro, da rivedere Maksimovic e Toure. In serata tifosi in piazza Alimonda e poi a De Ferrari per festeggiare i 128 anni del Grifo prossimamente made in Usa, ma da parte della gente ancora con riserva.

Giovanni Porcella – Primocanale.it

CLICCA QUI PER COMMENTARE LA NOTIZIA SUL SITO DI PRIMOCANALE

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.