Preziosi a Tiki Taka: «Il campionato corre il rischio di essere falsato»

Il presidente del Genoa intervenuto nel programma Mediaset sul caso Napoli: «Quando la ASL ti dice che non puoi fare una cosa non puoi fare altrimenti»

3056
Preziosi Genoa
Enrico Preziosi, presidente del Genoa

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«È vero che la ASL è stata sollecitata da De Laurentiis, ma quando un ente superiore ti dice che non puoi fare una cosa non puoi farla. Io sono per giocare le partite in una condizione normale e a me quella del Napoli sembrava una situazione normale». Ai microfoni di Tiki Taka, programma in onda sulle reti Mediaset, il presidente del Genoa Enrico Preziosi ha parlato delle ultime vicende sul Covid nel calcio.

GIOCATORI GENOA DEBILITATI COL NAPOLI – «Col senno di poi si è capito perché fossero debilitati ma i tamponi avevano dato esito negativo. Solamente dopo qualche giorno hanno manifestato i sintomi relativi al Covid-19».

ISOLAMENTO CALCIATORI – «Non possiamo tenerli come i polli in una batteria. Non possiamo tenerli rinchiusi, aprire lo sportello e dirgli di andare a giocare. I calciatori sono persone, non possiamo limitare la libertà altrui. Se poi un ragazzo la sera va con un amico o in famiglia, si contagia e contagia gli altri questo non possiamo prevederlo».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.