Preziosi a Telenord: «Siamo d’accordo per Milito e Motta all’Inter. Acquafresca è tra le contropartite. Preso Floccari per 11 milioni»

Clamorosa rivelazione del patron Preziosi a Telenord. Ho preso Floccari per 11 milioni

30
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Oggi sono andato a colazione con il presidente Moratti, ci siamo stretti la mano ed abbiamo trovato l’accordo per le cessioni di Milito e Motta all’Inter. Siamo rimasti molto soddisfatti della contropartita tecnica, tra cui dico solo che c’è Acquafresca e non gli altri, e un bel gruzzolo di soldi». Queste le parole esplicite del presidente Enrico Preziosi che ha poi aggiunto: «Ho chiesto solo a Moratti di non far giocare Milito contro il Genoa, perchè lui resterà nel cuore dei tifosi. Diego poi mi ha chiesto se i tifosi genoani lo fischieranno. Gli ho risposto che i tifosi devono esse contenti perchè grazie a lui simao tornati in Europa ed  ha reglato grande valore alla società. Per cui noi ringraziamo lui e lui ci ringrazierà Ormai il calcio è questo. Le bandiere non esistono più. Portiamo avanti la nostra politica di investimento verso giovani forti e di prospettiva». Poi un’altra rivelazione: «Ho preso Floccari per 11 milioni nonostante la concorrenza del Napoli  a dimostrazione che i giocatroi buoni si pagano. Ripeto noi vendiamo per crescere e migliorare. Vogliamo far crescre i giovani per poi poterli rendere appetibili alle altre squadre e comprare altri campioni. Nessuno di noi si terrà i soldi in tasca o comprerà dei brocchi». Preziosi ha poi spiegato: «Il nostro obiettivo è migliorarci, ma non sempre le annate si ripetono. Per conquistare risultati di un certo tipo servono anche altri fattori rispetto a quelli delle cessioni e degli acquisti. Per l’anno prossimo prometto che saremo sempre nella parte sinistra della classifica, non il primo e non il decimo. Diciamo tra il 3 e l’8. Non saremo mai da quella parte che fa soffrire me ed i miei tifosi. Non voglio mai rischiare la retrocessione. Poi lascio i tifosi sognare quelli che possono essere i traguardi più grandi. Anche io ho dei sogni, ma al momento non ci sono le condizioni per poter realizzare i miei sogni. Oggi con il sistena che esiste adesso dimentichiamoci la stella. Però mai dire mai. Ripeto il nostro obietticvo è quello di stare nella parte sinistra della classifica. Ciò vuol dire che abbiamo fatto un campionato con molta dignità». Poi spiega: «Quest’anno abbiamo già rimesso 16 milioni, e la famiglia Preziosi non può sempre rimetterci 60 milioni all’anno. Noi abbiamo investito sul Genoa oltre 120 milioni di euro». Per chiudere ribadisce: «Voglio fare un Genoa ancora più forte e se possibile migliorarci». Continuando a parlare di Acquafresca Preziosi ha detto: «Sicuramente le scelte le faccio io e noi pensiamo per un certo periodo di mandarlo a farlo crescere per valorizzare il giocatore. Se gireremo, e credo che lo faremo, Acquafresca in prestito vuol dire che ne prenderemo uno più forte che incontrerò già domani». Su Jankovic: «Lui vuol restare a Genova e non vuol tornare al Palermo. Per quello che ci riguarda decideremo alla fine del campionato».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.