Prandelli a TMW Radio: «Genoa, le solite stagioni. Un presidente dovrebbe ascoltare di più il proprio allenatore»

L'ex tecnico rossoblù: «Il Grifone vive sempre stagioni simili, e andrebbe capito perché cambiando tanti allenatori certe situazioni rimangano»

4185
Prandelli Genoa
Cesare Prandelli (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Cesare Prandelli è intervenuto in diretta a TMW Radio, e l’ex allenatore del Genoa (subentrò a Ivan Juric nel dicembre 2018, salvo poi non essere confermato a giugno ’19) ha parlato della lotta salvezza conclusa con esito positivo in favore dei rossoblù.
“Il Genoa vive sempre stagioni simili, e andrebbe capito perché cambiando tanti allenatori certe situazioni rimangano. Sono contento per loro, ma molto dispiaciuto per il Lecce di Liverani: non avrebbe meritato di retrocedere per come giocava un calcio propositivo. Non aveva però un terminale che facesse tanti gol per salvarsi”.
L’ex ct e tecnico genoano ha poi risposto così alla domanda sul feeling mai sbocciato a Genova: “Cercando di essere chiaro, alla terzultima sbagliammo un rigore di Sanabria con la Roma: avessimo vinto lì, non ci sarebbero stati gli ultimi secondi dell’ultima gara. Le difficoltà di Juric le ho trovate pure io: problemi nel fare un gioco fisico, fatto di ripartenze collettive. Secondo me un presidente dovrebbe sentire molto di più il suo allenatore e non tutte le persone che gli ruotano intorno. Devi assecondare l’allenatore per fare un certo tipo di gioco”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.