PRANDELLI: Il gol al 4′ ha complicato tutto

Il mister rossoblù prenderà provvedimenti per le accese discussioni nello spogliatoio durante l'intervallo: «Valuterò con calma e riflessione, poi prenderò provvedimenti»

657
Prandelli (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Un pacato Cesare Prandelli si è presentato ai microfoni di Sky per le interviste di rito del dopopartita. I riflettori sono ovviamente puntati sul gol al 4’, in contropiede: «Dovevamo gestire meglio la situazione che ha portato al gol. Tutto poi è diventato molto complicato».

Al mister rossoblù viene fatto notare che nei corridoi degli spogliatoi del “Friuli” si sono sentite discussioni molto accese nello spogliatoio del Genoa. Cesare Prandelli non si tira indietro: «C’è stato nervosismo nello spogliatoio. I cambi non c’entrano nulla con quel momento di tensione. Valuterò con calma e riflessione e poi prenderò i miei provvedimenti. I giocatori che hanno discusso sono altri e non quelli che ho sostituito. Ci sta il nervosismo ma certe situazioni si possono gestire meglio».

L’analisi della gara: «In certi momenti devi dare qualcosa di tuo, il lavoro che stiamo facendo è con giocatori che hanno voglia e volontà di migliorare. Facciamo fatica, contro squadre chiuse, a trovare il passaggio giusto».

Le assenze in settimana per le gare delle varie nazionali hanno condizionato la formazione iniziale, mentre nel secondo tempo Pandev e Bessa hanno aggiunto tecnica, gli viene esternato: «Analisi giusta. Il gol al 4’ ha fatto crollare tutto quello che si era pensato di fare e per il quale avevamo lavorato. Da lì è diventata un’altra partita».

Ultima imbeccata su Lapadula, al rientro in campo dopo diverse giornate di stop: «A Lapadula mancano tante partite, sono mesi che non gioca perché ha avuto tanti problemi fisici. Da quando ci sono io, l’ho a disposizione solo da due settimane. Mi sembrava giusto metterlo in campo».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.