Piatek futuro re del mercato. Prima salvezza e classifica marcatori

Il Pistolero del Genoa ha le caratteristiche dell'attaccante moderno e, soprattutto, una possenza fisica ad hoc per le competizioni internazionali

1217
Piatek Perinetti Genoa
Piatek (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Piatek è una tessera del domino degli attaccanti che rischia di scatenarsi tra gennaio e giugno dell’anno nuovo. Il polacco gode di ammiratori in ogni angolo del mondo. Dal Chelsea spuntato di Sarri alla rifondazione madridista che ha in serbo Florentino Perez per la Casa Blanca. Piatek piace perché è un portatore sano di gol, gradevole virus del numero nove di razza. Il Pistolero del Genoa ha le caratteristiche dell’attaccante moderno e, soprattutto, una possenza fisica ad hoc per le competizioni internazionali. Segna di testa, e quando lo fa ricorda Pruzzo, ma va in gol anche di destro, dentro e fuori l’area di rigore.

Piatek è completo ma non universale. E’ decisivo quando l’allenatore e i compagni gli lasciano l’intera area di rigore per spaziare e fare male. Giudice monocratico territorialmente competente. Deve, però, imparare a giocare con un’altra figura negli ultimi sedici metri, quelli decisivi nel gioco del calcio. Più dialogo, meno tiri forzati: una regola che vale ovunque, anche nei club di altissimo livello. Come reagirebbero Messi, Hazard, Salah o Bale se un domani Piatek non passasse loro palla? Se il polacco riuscirà a limare tali difetto, diventerà un cannoniere di valore assoluto.

Intanto non lascerà il Genoa prima di giugno. L’unica eccezione è l’offerta folle che in ogni caso non deve essere inferiore a sessanta milioni di euro. Nel mentre Piatek ha un obiettivo e un’ossessione: la salvezza del Grifone e la classifica marcatori. Battere, quindi, Ronaldo e tutti gli altri. In estate, poi, sarà il re del mercato italiano e l’ultima parola spetterà a Preziosi. La figura del Pistolero potrà inserirsi tra un Higuain riscattato dal Milan o in partenza verso Londra con Morata in uscita e in altri scenari che al momento restano imperscrutabili. Piatek piace a tutti. Una tessera del futuro domino degli attaccanti.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.