Personalità e talento. Ecco Romero, il difensore soffiato ad Atletico Madrid e Boca Juniors

Il difensore è gestito da Ciro Palermo che ne cura gli interessi. Nel 2014 è stato scoperto proprio da Palermo durante un torneo giovanile in Argentina. Il Genoa ha battuto la concorrenza di molti club prestigiosi avviando i contatti già nel 2016

3007
Romero
Romero riceve l'abbraccio dal dg Perinetti (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Debutto da ricordare per Cristian Romero, il promettente difensore argentino lanciato  a sorpresa da Juric a Torino contro la Juventus. La sua presentazione al calcio italiano lascia ben sperare il grifone che dopo l’esplosione di Piatek potrebbe avere tra le proprie fila un altro profilo dal grande potenziale.
Romero è stato scoperto nel 2014 in Argentina da Ciro Palermo (figlio di Paolo Palermo agente, tra gli altri, anche dell’ex rossoblù Armando Izzo) durante un torneo giovanile a cui partecipava il Belgrano, squadra in cui muoveva i primi passi proprio Cristian. Sul classe ‘98 erano puntati i fari di molti club prestigiosi come Boca Juniors, Villareal, Racing e Atletico Madrid, ma il Genoa essendosi mosso con notevole anticipo è riuscito a battere la concorrenza e ad assicurarsi le prestazioni del ragazzo. I contatti con Palermo, agente che ne cura gli interessi,  sono stati avviati nel 2016 e solo la scorsa estate il matrimonio tra Romero e i rossoblù ha potuto concretizzarsi.

Romero
Romero (foto di Genoa CFC Tanopress)

Il profilo: giocatore dotato di prestanza fisica notevole e di buona velocità, caratteristiche che vanno sommate a visione di gioco e di qualità tecniche non indifferenti. A livello tattico può ricoprire più ruoli del reparto arretrato: contro la Juventus ha agito da centrale in una difesa a tre, nelle giovanili del Belgrano invece si muoveva come centrale destro in uno schieramento a quattro. In caso di necessità può giocare anche come terzino destro, ruolo che ha interpretato in qualche occasione tra cui in una sfida di Primera Division contro il River. Nel complesso sono 15 le presenze di Romero nel massimo campionato argentino con la maglia del Belgrano, 2 in Copa Sudamericana e 7 con la casacca albiceleste in Under 20.
La personalità, come visto, non manca. Addetti ai lavori lo paragonano a Varane per le movenze e il passo. Ovviamente la strada è ancora lunga, ma Non necessariamente troppo in salita.

Romero e Rolon
Romero e Rolon (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.