Perinetti: «Kouamé piace ancora al Napoli? Non è un’attualità di mercato»

Il direttore generale del Genoa: «Non so se il Napoli è interessato a Kouamé, ma se lo fosse se ne può parlare, visto che i rapporti sono buoni»

577
Perinetti e Donatelli durante la finale della Viareggio Cup Bologna-Genoa a La Spezia (Foto Pianetagenoa1893.net)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Non potrò essere a Napoli poiché sono convalescente, non potrò riassaporare l’atmosfera magica delle partite del San Paolo, ma tornerò subito in pista». Giorgio Perinetti, direttore generale del Genoa, ha parlato a Radio Kiss Kiss Napoli della partita di dopodomani contro il Napoli e di mercato.

NAPOLI-GENOA – «Il Napoli sbaglia una o due partite all’anno, l’ha fatto ad Empoli per voce stessa di Ancelotti, per noi quindi sarà ancora più difficile. Abbiamo tra l’altro delle assenze importanti. Contro l’Inter è stata una prova insufficiente, l’espulsione e il rigore contemporanei ci hanno tagliato le gambe».

MOMENTO NON FACILE – «All’andata avevamo fermato la Juve e al ritorno abbiamo vinto, ma con l’Inter abbiamo sempre subito tanti gol. E’ un periodo non felicissimo, ma abbiamo un punto più dell’andata».

PIATEK – «I nostalgici di Piatek devono ricordare che lui non ha segnato né con Napoli né con Inter né con Juventus né nel derby dell’andata, questo per dire che non è questo che fa la differenza. Ma è chiaramente un giocatore di valore. Il nostro bonus salvezza ce lo siamo giocati con Chievo, Frosinone e Parma. Avessimo fatto bottino pieno lì staremmo parlando d’altro. Ora pensiamo ad affrontare le prossime partite con un altro piglio».

KOUAME’ PIACE A GIUNTOLI? – «Abbiamo osservatori da Premier, Bundesliga e altre squadre italiane tutte le domeniche. Non so se il Napoli è interessato a Kouamé, ma se lo fosse se ne può parlare, visto che i rapporti sono buoni. Non credo che sia un’attualità di mercato».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.