Perinetti: «Il mio futuro lontano dal Genoa? Deciderà Preziosi»

Il direttore generale a Radio Marte: «E’ giusto incontrarsi e parlarsi a fine stagione, lo fanno tutte le squadre e anche per il Grifone sarà tempo di bilanci e programmi». Sul tecnico: «Nel contratto di Prandelli c’è un rinnovo automatico in caso di salvezza»

2805
Perinetti
Il dg Giorgio Perinetti (da Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giorgio Perinetti, direttore generale del Genoa.
«Avendo noi pareggiato con la Fiorentina, potevamo solo sperare che l’Inter credesse così tanto alla Champions da battere l’Empoli. Ora dobbiamo lavorare, provare a fare meglio ed evitare di trovarci nuovamente in queste situazioni.
Il mio futuro lontano da Genova? Non ho letto di queste voci di mercato, ero troppo concentrato sulla salvezza. Ho un contratto col Genoa, se poi Preziosi mi libera o non è contento di me non lo so, vedremo quali saranno i programmi dell’anno prossimo. E’ giusto incontrarsi e parlarsi a fine stagione, lo fanno tutte le squadre e anche per il Genoa sarà tempo di bilanci e programmi.
Non si vedono compratori, è da anni che se ne parla, ma nessuno vuole realmente acquistare il Genoa. Se arriva uno che ha energia ed entusiasmo è giusto passare la mano, ma al momento questo persona o questo gruppo non c’è.
Nel contratto di Prandelli c’è un rinnovo automatico in caso di salvezza.
Il problema non è cedere giocatori a gennaio, ma rimpiazzarli con giocatori che possano fare bene. Piatek lo abbiamo ceduto perché avevamo Lapadula, Sanabria e Favilli che però via via sono diventati indisponibili».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.