PERIN: «Ringrazio Liverani e Gasperini per aver creduto in me»

Dopo le ottime prestazioni contro Juventus e Lazio, il portiere del Genoa è grato anche ai suoi preparatori Spinelli e Scarpi

33

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Non è solo Perin che sta uscendo, ma è tutta la squadra che sta uscendo poiché ci stiamo dando una mano a vicenda». Mattia Perin, portiere del Genoa che ha conquistato pubblico e critica, racconta a “We are Genoa” in onda su Telenord il segreto del buon momento attraversato dal Grifone. «Stiamo uscendo tutti assieme – prosegue il numero uno rossoblù – cercando di continuando il percorso intrapreso, migliorando giorno per giorno. Ci saranno partite belle e meno belle, ma cercheremo sempre di dare il massimo». 

Perin racconta il suo percorso di crescita svolto assieme ai preparatori dei portieri del Genoa: «Ho sempre cercato di migliorarmi e di lavorare al massimo al 100% insieme a Spino (NDR: Spinelli, il preparatore dei portieri) e a Scarpi. Dovevo migliorare in tante cose e l’ho fatto assieme a loro nel più breve tempo possibile». 

L’errore contro la Fiorentina ha pesato molto, ma è ormai superato grazie alle prestazioni più che convincenti in particolare contro Juventus e Lazio. «Ho commesso un errore che tecnicamente è abbastanza grave. Quando ci peso mi dà ancora fastidio: però grazie a miei preparatori sono riuscito a superare quei momenti». 

«Devo ringraziare Liverani che è stato il primo a credere in me. Gasperini però mi ha dato fiducia: ha avuto il coraggio di mettermi in campo. Devo dire che con la sua difesa alta non devo solo aspettare i tiri in porta: ma mi diverto molto di più a giocare con i piedi».  

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.