Perin a Zaniolo: «So cosa stai passando. Resisti, siamo tutti con te»

Mattia Perin ha mandato il suo messaggio di solidarietà al giovane centrocampista della Roma, costretto ad un percorso a lui molto familiare

837
Perin Genoa
L'attesa di Perin (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Ieri sera, durante la sfida di Nations League tra Olanda e Italia vinta 0-1 per gli azzurri grazie alla rete di Nicolò Barella, Zaniolo è tornato a vivere quell’incubo dal quale pensava di essere da poco uscito. Il talento della Roma, infatti, è stato costretto a lasciare il campo anzitempo a causa della rottura del legamento crociato anteriore sinistro causato durante un contrasto con Van De Beek. Per il centrocampista classe ’99 sono previsti almeno sei mesi prima di poter tornare in campo. Un deja-vu che ci riporta a quella sfida giocata contro la Juventus, dopo la quale dovette operarsi al crociato del ginocchio destro. Una situazione molto familiare a Mattia Perin, che ha vissuto lo stesso incubo nell’aprile del 2016, durante la gara contro il Sassuolo, e nel gennaio del 2017 pochi minuti dopo il fischio d’inizio della gara contro la Roma. Proprio per questo, l’estremo difensore del Genoa è stato tra i primi a mandare, tramite l’ANSA, il personale messaggio di pronta guarigione: «Per quanto sia vasta l’oscurità, dobbiamo procurarci noi la nostra luce. So cosa stai passando, spero che questa frase possa aiutarti come ha aiutato me. Resisti, siamo tutti con te».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.