Paleari tra i partecipanti al “Premio di Studio Piermario Morosini” dell’Aic

Il portiere del Genoa tra i sei calciatori laureati ammessi al Master

495
Paleari Genoa
Alberto Paleari in allenamento (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il “Premio di Studio Piermario Morosini” dell’Aic, giunto alla nona edizione e indetto per ricordare lo sfortunato calciatore stroncato nell’aprile 2012 da una cardiomiopatia sul campo di Pescara, porterà in aula sei studenti calciatori professionisti: questi sono Martina Capelli, Francesco Forte, Alberto Paleari (Genoa), Marco Piccinni, Danilo Russo e Marco Zambelli. Tutti quanti hanno conseguito la laurea e parteciperanno al “Master Internazionale in Strategia e Pianificazione degli Eventi e degli Impianti Sportivi” che si terrà a Parma e a San Marino.

«È importante continuare nella strada intrapresa con l’Aic. La collaborazione è cambiata, è cresciuta, così come l’entusiasmo per la conferma del progetto» commenta Marco Brunelli, direttore del master. «È motivo di grande soddisfazione constatare come sempre più calciatori siano interessati a formarsi durante la carriera agonistica, pensando di costruirsi un ruolo per il dopo calcio giocato» aggiunge Umberto Calcagno, presidente Aic.

Paleari, laureato in Scienze Motorie e Marketing presso l’Università Telematica San Raffaele di Roma, è un fulgido esempio di quanto i latini dicessero a proposito di mens sana in corpore sano: un professionista sportivo di alto livello capace di coniugare i successi di campo con le gratificazioni accademiche trovando il giusto equilibrio nel tempo da dedicare, da un lato, agli allenamenti e, dall’altro, ai libri. Una virtù difficile da raggiungere per ogni studente-sportivo.

«Molto entusiasta per questo nuovo percorso!» è il commento social del portiere del Grifone.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.