Ottolini: «Samp su Coda? Tutta la B lo vuole. Su Gudmundsson e Retegui solo sondaggi»

Il ds del Genoa su Martinez: «Stanno scrivendo i documenti i segretari. E’ in fase di definizione»

Ottolini Genoa
Il direttore sportivo Marco Ottolini (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«A livello di marketing i ragazzi sono bravissimi e questo va notato e va fatto loro un applauso. Questi video rende l’idea di cos’è il Genoa e ci trasmettono anche un’emozione ed è il motivo per cui siamo qui. Noi lavoriamo affinché queste emozioni siano sempre più positive». Marco Ottolini, direttore sportivo del Genoa, ha parlato di numerosi temi a margine della presentazione della campagna abbonamenti “StraordinAria”. Ecco quanto ripreso da TMW.

Martinez all’Inter – «Stanno scrivendo i documenti i segretari. È in fase di definizione«».

Nuovo portiere – «Ovviamente abbiamo una lista e stiamo valutando tutto. Non abbiamo fretta e chi arriverà dovrà essere in linea con i nostri parametri».

Sampdoria su Coda «Coda ha fatto 18 gol anche quest’anno. Ci sono 20 squadre in B e credo che lo vorrebbero tutte e vedremo dove andrà».

Zanoli e Suslov – «Zanoli ho detto che non parlerò più finché un giorno si palesi in sede. Per quanto riguarda Suslov, non è una pista che stiamo seguendo».

Gudmundsson – «Ci sono dei sondaggi, delle telefonate. Nulla di più in questo momento. Albert lunedì inizierà con noi. Può anche restare con noi. Non è detto».

Spence – «Ci sono ancora 55 giorni di mercato. Può succedere di tutto. Ad oggi non ci sono le condizioni per portare Spence da noi».

Slot per il campionato – Risponde Ricciardella: «I giorni sono sempre gli stessi. Gli slot soliti sono rimasti».

Genoa in anticipo sul mercato – «Abbiamo lavorato molto nelle ultime tre-quattro sessioni per arrivare dove siamo oggi. Se il campionato iniziasse domani, abbiamo una squadra da mettere in campo. Poi è migliorabile ma la squadra sarebbe pronta. Per questo ci siamo preparati in anticipo. Il mercato è ancora molto lungo e dal nostro punto di vista sarà di reazione piuttosto che di azione. Le azioni che dovevamo fare le abbiamo fatte, da Vitinha ai rinnovi di Ekuban e Badelj. Dobbiamo essere pronti per sostituire i giocatori che partiranno».
Il 18 agosto campionato al via. Il mercato terminerà invece il 30 agosto – «Io sono del parere, come penso molti colleghi, che il mercato sia molto, troppo, lungo. Andrebbe chiuso molto prima e non è bello giocare con il mercato aperto. Questa è una problematica che vale per tutti: da noi dirigenti, agli allenatori, ai giocatori. Non so se un giorno cambierà questa cosa, dobbiamo accettarla. Ad oggi siamo pronti per giocare».

Arriverà un centrocampista? – «Abbiamo cinque giocatori, in ritiro avremo altri giocatori in quel ruolo (come Masini per esempio). Non c’è nessuna fretta».

Roman favorito per la porta – «E’ un profilo che abbiamo seguito. In questo momento non mi sento di fare classifiche. E’ uno dei profili in lizza» spiega Ottolini.

Difesa – «Siamo a posto sia a livello di qualità e quantità. Su tutte le altre posizioni sarà un mercato reattivo».

Stolz – «Franz è un giocatore di prospettiva con le qualità che cercavo. Bravo con i piedi e con personalità. Credo che faremo delle valutazioni anche in ritiro».

Retegui – «Ci sono sondaggi, prese di informazioni. E’ un numero 9, è normale susciti interesse. Ma in questo momento non c’è altro».

Giovani dell’Under 18 scudettata che verranno in ritiro a Moena – «Qualcuno verrà in ritiro ma vogliamo fare i percorsi giusti. Non anticipare le cose quando non è il caso di farlo ma avremo sempre maggiore attenzione a chi avremo in casa. Vorremmo monitorarli più da vicino e poi al momento opportuno fare le scelte» chiosa Ottolini.

Ferraris – Risponde Ricciardella: «Come ha detto oggi il presidente, ci sono tutte le premesse per avere il progetto definitivo a breve».

Genoa Pianetagenoa1893.net Gilardino Gudmundsson Whatsapp

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.