Ottimo esordio di Schafer con il Genoa Primavera. Sabatini: “Acquisto molto interessante”

Il neo acquisto rossoblù ha esordito con la Primavera nella sfida casalinga contro il Torino pareggiata 1-1, confermando la fiducia che la società ha riposto in lui

3244
Genoa Schafer Schäfer
L'ungherese Andras Schafer (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“È sicuramente un profilo molto interessante. Credo sia un acquisto davvero azzeccato”. Queste le parole del tecnico della Primavera del Genoa, Carlo Sabatini, al termine della sfida pareggiata 1-1 ad Arenzano contro il Torino capolista per descrivere uno dei nuovi profili della sua rosa: Andras Schafer. Il centrocampista ungherese, arrivato al costo di un milione, bonus compresi, durante la sessione di mercato invernale dal MTK Budapest, ha avuto modo di esordire fin dalla sua prima chiamata in rossoblù in una sfida non facile per i grifoncini, a caccia di punti per allontanarsi dalle sabbie mobili della zona play-out, mostrando le sue ottime qualità da mediano.

Nel centrocampo a tre insieme a Zvekanov e Karic, il classe ’99 ungherese natio di Szombathely si è reso protagonista di una partita esemplare, facendosi trovare sempre nel vivo dell’azione e dando il suo contributo sia in fase d’attacco, sia in fase difensiva. Per l’intera durata dei 90′ minuti del suo esordio con la maglia del Genoa, Schafer non solo ha mostrato a tutti il suo dinamismo e abilità palla al piede, ma anche una potenza di tiro non indifferente, con la quale al 43′ del primo tempo quasi non trovava il suo primo centro in Primavera 1, grazie ad una bordata dalla lunga distanza negata solo dall’intervento strepitoso dell’estremo difensore granata Gemello. Ad un passo dal gol anche al 25′ della ripresa nell’azione orchestrata assieme al numero 10 Cleonise, dove la conclusione è stata però sporcata da un presunto tocco di mano non ravvisato dall’arbitro.

Una presentazione più che positiva, dunque, per il talentino ex MTK Budapest, che blinda un reparto di centrocampo pronto ad affrontare un girone di ritorno dove è vietato fare passi falsi. Sono 6 le squadre raccolte in una manciata di punti nella bassa classifica, con i grifoncini al dodicesimo posto assieme a Sampdoria (con una partita in meno), Sassuolo e Palermo (piombato al 13esimo posto, ultimo della zona play-out, per gli scontri diretti). Accorcia le distanze l’Empoli, che con la vittoria in extremis in casa del Napoli per 0-1 grazie alla rete di Bozhamaj arriva ad una sola lunghezza dai rossoblù, rendendo la lotta per la salvezza ancora più combattuta.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.