Osservatorio, arbitri: Calabria e Sicilia le Regioni più violente

La Liguria ha registrato solo quattordici casi di aggressioni ai giudici di gara. L'andamento generale rivela una flebile diminuzione delle condotte violente

127
Figc osservatorio
(Photo by James Baylis - AMA/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

L’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive ha pubblicato il report annuale degli episodi di violenza ai danni degli ufficiali di gara. L’andamento generale, rivelano i dati elaborati dall’istituzione del Ministero dell’Interno, è in flebile miglioramento: 451 casi dal luglio 2017 al giugno 2018 contro i 473 messi a verbale nello stesso arco temporale tra il 2016 e ’17. Le Regioni che hanno fatto registrare più casi di violenza sono la Calabria, 95 episodi, e la Sicilia con 67. Due territori che, congiunti, coprono un quarto delle violenze nazionali. Spiccano lo zero nella casella del Friuli-Venezia Giulia e l’1 in Puglia e nella provincia di Trento.

Dalla Serie D in giù il terreno preferito degli scontri è la Seconda Categoria: ben 109. Non è da meno la Terza Categoria con 73 casi reportati e la Prima (68). Devono fare riflettere i 53 episodi denunciati tra gli Allievi e Juniores Provinciali; nessun caso, invece, di violenza nel Femminile regionale. Dei 440 casi indicati dall’Osservatorio (esclusi gli undici tra Serie A, B e C) 59 sono di violenza morale, 211 di violenza fisica, 107 di violenza fisica grave (la Regione Lazio è la “maglia nera” con 20 traversie) e 63 di tentativo di violenza.

I calciatori sono i principali artefici delle condotte violente nel 68,4% dei casi, nel 22,3% il comparto dirigenziale, nel restante 9,3% persone estranei. I mesi più “caldi” dal punto di vista criminologico sono novembre e aprile, all’incirca in corrispondenza della conclusione dei gironi.

La Regione Liguria ha registrato quattordici episodi di violenze, undicesima Regione per “fair play”. Di questi, tre casi di violenza morale, otto di violenza fisica e tre di violenza fisica grave. Il picco di criminalità è tra novembre e dicembre 2017 con nove situazioni violente a danno di un ufficiale di gara.

Clicca qui per scaricare il file dal sito dell’AIA

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.