Onofri e la scheda tecnica su Sabiri: «Trequartista rapido, calcia bene le punizioni»

In un 4-3-1-2 il tedesco-marocchino è più adatto a giocare dietro le punte

3968
Sabiri
Abdelhamid Sabiri (dalla sua pagina Instagram)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Intervenuto in uno dei post social di Pianetagenoa1893.net, Claudio Onofri traccia una scheda tecnica di Abdelhamid Sabiri, nato in Marocco ma naturalizzato tedesco, accostato al Genoa: «Trequartista classe ’96 longilineo ma molto rapido negli spostamenti laterali del corpo e tecnica di primissimo livello nel dribbling e nel tiro anche dalla distanza (degli otto gol segnati quest’anno ad Ascoli alcuni su punizione, contro Spal e Reggina da distanze ragguardevoli, l’ha messa all’incrocio). Ha giocato in Germania nel Norimberga, in Inghilterra nell’Huddersfield e poi di nuovo in Bundesliga nel Paderbon. Se lo vedi in una partita dove “dà il bianco” non capisci come possa esser finito in Serie B all’Ascoli, dunque bisogna capire il perchè. Nell’Ascoli ha giocato trequartista nel 4-3-1-2, nell’eventuale 3-5-2 di Ballardini al posto di Zajc, anche se è meglio che stia vicino alla porta e ai suoi compagni d’attacco».

Il capitano del Genoa, opinionista di Telenord, aggiunge: «Avendo giocato in Bundesliga e in Premier League può tranquillamente stare anche in Serie A, ma mi chiedo il perchè uno con quel talento sia finito – senza offesa, ci mancherebbe – in B all’Ascoli. Ripeto, se lo vedi giocare quando sta bene o nelle azioni importanti e tutti i fondamentali su Wyscout lo valuteresti buono per Fiorentina, Bologna, Sassuolo ecc., bisogna conoscere il tracciato che lo ha portato in B e io questo non lo so. Però tecnicamente è forte, su questo non ci sono dubbi!

Onofri chiosa la perfetta analisi tecnica con un p.s.: «Per Marco Aicardi Sabiri è un centrocampista offensivo nel 3-5-2 mentre nel 4-3-1-2 è trequartista. Ma chissà cos’ha in mente il Balla… questo onestamente non lo so!».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.