Oliveri: «Al momento le condizioni di Zanardi sono gravi ma stabili»

Il primario di neurochirurgia che ha operato il campione di paraciclismo: «È arrivato con un trauma cranico/facciale grave»

293
Alex Zanardi (Foto da Wikipedia)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Al momento le condizioni di Zanardi sono gravi ma stabili. È arrivato con un trauma cranico/facciale grave, è stato operato». Giuseppe Oliveri, primario di neurochirugia del Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena che ha operato Alex Zanardi dopo l’incidente di ieri, ha spiegato il bollettino medico ai giornalisti. «I numeri sono buoni – ha proseguito – neurologicamente non si può valutare pur rimanendo in una condizione grave. Io lo curo perché vale la pena essere curato. Capisco l’ansia, ma non possiamo fare ipotesi. Quadro neurologico grave? Vuol dire che in questi casi una persona può anche morire. I prossimi passaggi? Serviranno una decina di giorni per valutare le sue condizioni. L’intervento è andato come doveva andare, è la situazione iniziale che era davvero grave. Dal punto di vista facciale aveva quello che chiama un “fracasso facciale”, con la frattura delle due ossa frontali con un affondamento delle stesse».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.