Nicola: «Porte chiuse? Noi sentiremo comunque il calore dei tifosi»

Il tecnico a Genoa Channel: «Siamo in simbiosi: in questo modo c'è un'appartenenza e un senso di responsabilità particolare»

988
Davide Nicola (Foto Genoa Channel)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Sarà un Genoa a porte chiuse, ma i tifosi ci vedranno comunque in televisione e noi li immagineremo perché siamo in simbiosi». Nessun problema per Davide Nicola: ai microfoni di Genoa Channel spiega che nonostante l’assenza del pubblico domani al Meazza contro il Milan, la squadra sentirà comunque il calore e l’affetto dei propri supporter. «Stanno facendo tanto per noi e noi vogliamo fare molto per loro con una prestazione positiva. Siamo in simbiosi: in questo modo c’è un’appartenenza e un senso di responsabilità particolare. Stiamo lavorando per uscire quanto prima da una situazione che non ci piace. Sappiamo di non poterli avere sugli spalti, ma è come a Pegli quando ci alleniamo: sappiamo di non poter averli vicini, ma li percepiamo e andiamo avanti assieme» aggiunge.

CHE GENOA SERVIRA’ A SAN SIRO? – «Servirà un Genoa vulcanico, pieno di calore, di energia, di concentrazione e di attenzione. Incontriamo sicuramente una squadra molto forte, con giocatori di qualità: dobbiamo essere in grado di poter dimostrare le nostre idee con entusiasmo».

COME SI FERMA IBRAHIMOVIC – «Il Milan ha tanti buoni giocatori, ma sicuramente Ibrahimovic è un campione. Per un giocatore così si cerca di limitare la sua efficacia, attraverso la concentrazione, ma soprattutto un gran gioco di squadra».

CENTO PANCHINE IN SERIE A – «Non ci penso. Se festeggerò lo farò con i miei giocatori se raggiungeremo la cosa per cui stiamo ci stiamo allenando con passione giorno dopo giorno».

SULLA HOMEPAGE DI PIANETAGENOA1893.NET E’ POSSIBILE VEDERE IL VIDEO DELL’INTERVISTA 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.