Marelli: «Lukaku-Radovanovic? Chiffi ha fatto bene a non fischiare»

«Il regolamento punisce sia la gamba alta che l'abbassamento della testa» spiega l'ex arbitro

2107
Onguene Lukaku Genoa
Onguene contro Lukaku (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

L’ex arbitro di Serie A Luca Marelli ha analizzato dal suo canale YouTube l’unico episodio da moviola capitato in Inter-Genoa. Al primo minuto di gioco i nerazzurri trovano il vantaggio con Lukaku. «La rete nasce da un contrasto a centrocampo tra il belga e Radovanovic con la palla che schizza in favore di Lautaro Martinz. È un episodio curioso perché è vero che Lukaku alza molto la gamba ma è altrettanto vero che anche il difensore del Genoa fa lo stesso con la testa, e Chiffi vede tutto perché posizionato bene in campo» spiega Marelli.

«La dinamica assomiglia al contatto Muriel-Godin di un recente Cagliari-Atalanta. Anche in quel frangente l’arbitro non fischiò niente: è giusto così. Il regolamento punisce non soltanto la gamba alta dell’attaccante ma altresì l’abbassare la testa del difendente poiché mette a rischio la propria integrità fisica» chiosa Marelli.

Lukaku Radovanovic
La gamba tesa di Lukaku, Radovanovic abbassa la testa
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.