Maran: «Genoa avversario di qualità»

Il tecnico del Cagliari: «Ha stravinto in Coppa, ha pareggiato a Roma segnando tre reti, battuto meritatamente la Fiorentina capace di mettere in difficoltà Juventus e Napoli e perso nell’ultima giornata contro l’Atalanta solo per una prodezza di Zapata»

851
Rolando Maran (Foto tweet ufficiale Cagliari Calcio)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Rolando Maran ha parlato in conferenza stampa ala vigilia di Cagliari-Genoa. «Abbiamo modulato il lavoro in funzione del match di domani. Tutti si sono allenati bene, la valutazione sarà effettuata in base al tipo di gara che ci aspetta. A Parma abbiamo giocato la prima partita di pomeriggio, si è prolungata quasi come ai supplementari, dunque è stata piuttosto dispendiosa sul piano fisico. Certamente le mie scelte non saranno fatte pensando al prossimo impegno di mercoledì a Napoli: pensiamo di partita in partita» ha spiegato il tecnico sardo.

PARMA – «Il successo del “Tardini” ha dato sicuramente ancora più entusiasmo. Mi è piaciuta l’interpretazione data dalla squadra, che ha messo in campo intensità, applicazione, sacrificio. Il terzo gol di Simeone e quello di Joao Pedro annullato sono stati la fotografia di quanto la squadra abbia voluto questo risultato: faceva un gran caldo, il finale è stato convulso, ma i ragazzi volevano prendersi i 3 punti in un momento delicato. Poi è chiaro che dobbiamo crescere ancora in tante cose: nella capacità di tenere in campo e nella manovra. Guai ad accontentarci di una vittoria, per quanto sia importante; domani dovremo scendere in campo affamati, con la voglia di migliorarci. Dobbiamo prendere una direzione ben precisa, sapere cosa vogliamo e come ottenerlo».

CONTINUITÀ – «A Parma volevamo prendere i 3 punti per lasciarci alle spalle il momento difficile, ora vogliamo iniziare a vincere anche in casa per dare continuità. Abbiamo una bella possibilità: dobbiamo giocarcela fronteggiando le difficoltà e senza farci travolgere dall’impatto emotivo».

LA QUALITÀ DEL GENOA – «Affrontiamo una squadra che sta bene. Ha stravinto in Coppa, ha pareggiato a Roma segnando tre reti, battuto meritatamente la Fiorentina capace di mettere in difficoltà Juventus e Napoli e perso nell’ultima giornata contro l’Atalanta solo per una prodezza di Zapata. Il Genoa è un avversario di qualità ma deve interessarci relativamente, di certo dovremo tenere sempre la soglia dell’attenzione ben alta».

PROBLEMI DI ABBONDANZA – «Il fatto di avere a disposizione tante alternative di qualità non è un problema, al contrario lo considero una risorsa da sfruttare al massimo. I ragazzi sanno di dover andare forte, ogni settimana restano fuori altri giocatori che meriterebbero un posto da titolare. Chi non aveva giocato nelle settimane precedenti domenica si è fatto trovare pronto. La sana competizione fa bene, i ritmi sono aumentati, tutti hanno una grossa voglia di dare una mano».

Sono 24 i giocatori convocati per la partita di domani contro il Genoa.

Questa la lista completa:

1 Rafael

2 Pinna

3 Mattiello

6 Rog

8 Cigarini

9 Cerri

10 Joao Pedro

12 Cacciatore

14 Birsa

15 Klavan

17 Oliva

18 Nandez

19 Pisacane

20 Aresti

21 Ionita

22 Lykogiannis

23 Ceppitelli

26 Ragatzu

27 Deiola

29 Castro

33 Pellegrini

40 Walukiewicz

90 Olsen

99 Simeone

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.