Lutto nel ciclismo: muore per un malore Felice Gimondi

Il celebre campione di ciclismo è deceduto per un improvviso arresto cardiaco mentre faceva un bagno a Giardini-Naxos, in Sicilia

1348
Felice Gimondi (foto da Wikipedia)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Gravissimo lutto nel ciclismo: è morto oggi Felice Gimondi. Il celebre campione è deceduto all’età di 76 anni a causa di un improvviso arresto cardiaco mentre faceva un bagno a Giardini-Naxos, in Sicilia.

Gimondi era nato a Sedrina (Bergamo) il 29 settembre 1942. Professionista dal 1965 al 1979, è stato un campione completo, capace di tenere sul passo, di vincere in salita, a cronometro e anche in volata. È uno dei sette corridori ad aver vinto tutti e tre i grandi Giri, cioè Giro d’Italia (per tre volte, nel 1967, 1969 e 1976), Tour de France (nel 1965) e Vuelta a España (nel 1968). Tra le corse di un giorno si aggiudicò un campionato del mondo su strada (nel 1973) e alcune classiche monumento: una Parigi-Roubaix, una Milano-Sanremo e due Giri di Lombardia. Suo è il record di podi al Giro d’Italia, 9, dove ottenne anche sette vittorie di tappa-

Nonostante la sua carriera sia coincisa in gran parte con quella di Eddy Merckx, è stato in grado di ottenere numerosi successi; rispetto al belga ha avuto anche una maggiore longevità ad alti livelli, avendo iniziato a vincere prima, al Tour de France 1965, e terminato dopo, con il successo al Giro d’Italia 1976. Ottenne complessivamente 118 vittorie tra i professionisti.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.