Lutto nel calcio italiano: è morto l’arbitro Pieri

Era nato a Pescia ma apparteneva alla sezione Aia di Genova. Apprezzato arbitro in serie A e a livello internazionale, aveva diretto diverse "classiche" del calcio italiano e la sfida scudetto del 1986-87 tra Juventus e Napoli

3921
Claudio Pieri (Foto Wikipedia)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Lutto nel mondo del calcio ligure e italiano: è morto oggi a 77 anni il famoso arbitro Claudio Pieri. Era noto a Pescia: apparteneva alla sezione Aia di Genova. Aveva esordito in serie A il 18 maggio 1975, quando diresse Inter-Roma 0-2. Nella sua carriera ha arbitrato una cospicua serie di gare importanti in campionato: la finale di andata della Coppa Italia 1981 Roma-Torino; le “classiche” del campionato italiano come due Juventus-Inter, un derby di Milano, tre Juventus-Milan, un Juventus-Roma, due Inter-Roma, due Milan-Roma, un derby di Torino e la sfida-scudetto della stagione 1986-87 tra Juventus e Napoli. Era stato anche arbitro internazionale dal 1983: si era aggiudicato nello stesso anno il prestigioso Premio Giovanni Mauro. Nel 1985 diresse due partite della prima edizione dei Mondiali Under 16 FIFA, in Cina: Argentina-Germania Ovest 1-1, e il quarto di finale Australia-Guinea, vinto dagli africani ai calci di rigore. Fu squalificato per motivi disciplinari nel 1987. Pieri, da anni residente a Rapallo e appartenente da alcuni anni alla sezione Aia di Chiavari, lascia la sua compagna Liliana e i figli Valentina e Tiziano.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.