Lucchese-Genoa: quanti intrecci in panchina! Bolchi, Salvemini e Burgnich tra rossoneri e rossoblu. Ma non solo…

Tutti gli incroci tra toscani e Grifone

47
L'entusiasmo dei tifosi del Genoa a Bologna (foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Le sfide al “Porta Elisa” di Lucca hanno quasi sempre sorriso al Vecchio Grifone, che per 8 volte ha vinto nei match ufficiali di Serie B. C’è un legame in Lucchese-Genoa che si rafforza in panchina: sono tre gli allenatori che, a fine anni 90, hanno diviso le panchine di questi due club sempre nel campionato cadetto. Eccoli nel dettaglio.

Gaetano Salvemini: fu chiamato al capezzale del Genoa nel torneo 1995/1996 a campionato in corso per sostituire l’esonerato Luigi Radice, che dopo un grande inizio non riuscì a tenere la squadra in alta classifica. Salvemini traghettó fino a giugno senza riuscire a tornare nella lotta promozione, ma nel mese di marzo 1996 portó in bacheca quello che resta l’ultimo trofeo ufficiale del Genoa, ovvero la Coppa Anglo-Italiana vinta a Wembley contro il Port Vale per 5-2 (tripletta di Ruotolo, gol di Montella e Galante). Un anno dopo Salvemini fu ingaggiato dalla Lucchese (terzo tecnico stagionale dopo Bolchi e Pacieri) e salvó la squadra dalla C1. Nel 97/98 torna nuovamente al Genoa (prende la squadra in estate dopo la delusione per la promozione in A svanita al rush finale con Attilio Perotti) ma viene esonerato e sostituito da Burgnich.

Tarcisio Burgnich: ecco il “Roccia” della grande Inter sulle due panchine. Già allenatore rossoblu nel biennio ’84/’86, torna voluto dal suo ex giocatore Massimo Mauro nel 1997 al posto di Salvemini. Raddrizza al meglio la situazione ma non basta per restare al Grifone che lascia dopo pochi mesi. Nella stagione 1998/1999 passa alla Lucchese ma è una annata disastrosa: viene esonerato dopo 6 giornate, torna in panchina alla 28′ ma retrocede in C1. Bruno Bolchi: “Maciste” viene chiamato da Gianni Scerni ad inizio 2000 per rimpiazzare Delio Rossi. Fa una seconda parte di campionato strepitosa e sfiora l’incredibile aggancio al 4′ posto che avrebbe portato il Grifone in Serie A, finendo al 6′ posto. Viene confermato ma nel torneo 2000/2001 fu esonerato dopo 6 giornate. Scerni promuove la coppia Magni-Carboni che dura fino al turno numero 20, quindi Bolchi torna ma dura solo lo spazio di 2 partite. Addio con “Maciste”, e via alla gestione Franco Scoglio. Prima era con la Lucchese, allenata dal 1995 al 1997: 6′ posto al primo torneo, esonero l’anno dopo. Non solo allenatori: a Lucca è esploso un certo Marco Rossi, successivamente grande capitano del Genoa.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.