L’ex rossoblù Granqvist sulla strada degli azzurri

Il difensore svedese affronterà alle 15 l'Italia nella gara del girone eliminatorio di Euro 2016

51
Granqvist (Marco Luzzani/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La sfida odierna delle ore 15.00 Italia-Svezia, valevole come 2° giornata di Euro 2016, vedrà anche l’incrocio azzurro con una vecchia conoscenza genoana. Si tratta di Andreas Granqvist, difensore 31enne che per 2 campionati (dal 2011 al 2013) ha vestito la maglia rossoblù. Sotto la Lanterna il difensore svedese nativo di Påarp, ha vissuto le stagioni più sofferte del Genoa in Serie A (Granqvist ha assistito direttamente alla girandola di allenatori stipendiati da Preziosi: Malesani, Marino, Malesani-bis e De Canio nel 2011/2012, poi De Canio, Delneri e Ballardini nel 2012/2013), raccogliendo comunque 63 presenze e 2 gol in rossoblù. Nell’estate 2013 l’arrivo dell’esordiente Fabio Liverani in panchina, comporta la sua fruttuosa cessione ai russi del Krasnodar: costato 4.5 milioni di euro dal Groningen nel 2011, viene rivenduto per 5 milioni dopo due anni. Granqvist ha appena concluso la sua 3° stagione nella Russian Premier League, raccogliendo 29 presenze (con 1 gol) nel Krasnodar che ha concluso al 4° posto in classifica con 56 punti, dietro CSKA Mosca, Rostov e lo Zenit San Pietroburgo di Criscito. Titolare nel match d’esordio di Euro 2016 della sua Svezia contro l’Irlanda (sfida terminata 1-1), Granqvist finora ha totalizzato 53 presenze, dal 2006 ad oggi, con la maglia della Nazionale.

Roberto Sabatino

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.