LA REPUBBLICA GENOVA – La ribellione della Nord al calcio spezzatino «Così è inaccettabile»

Intanto gli avvocati del Genoa sono al lavoro per tutelare l'immagine del club da quanto descritto da Report

5409
Genoa
Tifosi in Gradinata Nord (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

No al calcio spezzatino che si prospetta nell’assemblea di lunedì in Lega serie A, con 10 gare in 10 orari diversi dal sabato al venerdì sera. Secondo l’edizione genovese de La Repubblica, il rifiuto accomuna tutti i tifosi. Non solo: solo ed esclusivamente su questo argomento, i supporter rossoblù sono sulla stessa lunghezza d’onda del presidente Preziosi. Il Genoa infetti è stato sempre contrario a quanto proposto da Dazn, appoggiando in pratica Sky.

Intanto Report, la popolare trasmissione di Rai 3, ha annunciato che nella prossima puntata di lunedì tratterà degli intrecci tra procuratori e club. Secondo le anticipazioni, Report parlerà anche del Genoa, in particolare i rapporti tra il club rossoblù e una società svizzera che avrebbe tra i soci il figlio di Preziosi, Matteo. Per ora nessun commento dalla società: fonti vicine al Grifone riferiscono che gli avvocati del Genoa sono al lavoro per tutelare l’immagine del club più antico d’Italia. Il problema delle plusvalenze è uno dei diversi motivi della frattura insanabile creatasi tra Preziosi e i genoani.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.