La Fiorentina è la vera anti – Genoa

I viola superano con grande fatica un Cagliari ridotto prima in dieci e poi in nove uomini. Tonfo della Roma nel derby, mentre il Milan acciuffa i tre punti sul terreno del Chievo

26
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E’ la Fiorentina la vera rivale del Genoa in chiave Champions. I risultati della trentunesima giornata di serie A, infatti, registrano il provvisorio sorpasso dei ragazzi di Prandelli a scapito del Genoa, che però stasera ha l’opportunità di rimettere le cose a posto ospitando la Juventus.

Quasi un commiato, invece, quello della Roma, battuta seccamente dalla Lazio e sempre più attardata dalle piazze che contano.

Il Milan espugna Verona e si mantiene a distanza di sicurezza dalle inseguitrici vogliose di insidiargli il terzo posto. Ecco, nel dettaglio, l’andamento dei match delle antagoniste di Thiago Motta e compagni.

La Fiorentina ringrazia Frey e la dea bendata, e sconfigge oltre i propri meriti il Cagliari di mister Allegri. Al “Franchi” finisce 2-1 per i viola, con Pasqual ad aprire le marcature all’8’ della ripresa, Vargas a raddoppiare al 40’, ed il giovane Ragatzu bravo a tener vive le speranze isolane con la rete siglata al 42’. Sul parziale di 1-0, il Cagliari è rimasto in dieci uomini per il rosso sventolato sotto il naso di Agostini, mentre sul 2-1, anche Canini ha anticipato la doccia, reo di un fallo su Gilardino. Il protagonista assoluto del secondo tempo è stato, però, Sebastien Frey, provvidenziale su Cossu, Matri e Conti.

Derby fatale alla Roma, piegata per 4-2 da un’irriducibile Lazio. Avvio tutto di marca biancoceleste, con Pandev e Zarate ad imprimere una chiara direzione al match con i gol realizzati al 2’ ed al 4’. La sfida è vibrante, ed al 10’ Mexes accorcia le distanze. Nella ripresa i ragazzi di Delio Rossi portano a tre le reti in virtù di un preciso colpo di testa di Lichtsteiner. I giallorossi restano in inferiorità numerica per l’espulsione di Panucci (somma di ammonizioni): a raggiungerlo negli spogliatoi saranno poi Mexes e Matuzalem. La Roma torna in scia con la spizzicata di De Rossi, ma, al termine di una sgroppata solitaria, Kolarov chiude i conti facendo un grosso regalo al Genoa.

Vittoria molto sofferta per il Milan, che rafforza il terzo posto a seguito della vittoria per 1-0 sul terreno del Chievo. Match winner Clarence Seedorf. I veronesi si rammaricano per un rigore netto non concesso, per la traversa centrata da Pinzi, e per l’occasionissima fallita da Colucci.

In chiave Uefa, da segnalare il buon punto strappato in rimonta dal Palermo a “San Siro”; Miccoli e Succi hanno rimediato ai gol interisti di Balotelli ed Ibrahimovic su rigore.

Claudio Baffico

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.