La Covisoc segnala il Genoa alla Procura Figc per Irpef non pagata

Secondo quanto riporta Tuttosport, i pm federali hanno aperto un’indagine sulle scadenze di settembre e ottobre 2022: il Grifone rischia una penalità di almeno 2 punti nella classifica di serie B

Figc Genoa
Il logo della Federazione Italiana Giuoco Calcio

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La Procura Figc ha aperto un’inchiesta venerdì scorso nei confronti del Genoa. Secondo Tuttosport oggi in edicola, la Covisoc, la Commissione di vigilanza sui bilanci dei club, ha inviato una segnalazione ai pm federali riguardo al mancato pagamento da parte del club rossoblù delle ritenute Irpef di settembre e ottobre 2022 entro il termine del 16 dicembre. Stando a quanto previsto dall’articolo 33 del Codice di giustizia sportiva, ciò potrebbe comportare il Grifone rischia una penalità di almeno 2 punti nella classifica di serie B.
Tuttavia, sottolinea il quotidiano, la questione è molto complessa che rientra nella ristrutturazione del debito di oltre 100 milioni tra tasse e contributi calcolati al 31 dicembre scorso, avviata da 777 Partners. Il Genoa ha deciso di accollare i debiti tributari e contributivi alla controllante Genoa Image srl Store Museum&Marketing che ha presentato le istanze di transazione fiscale all’Agenzia delle Entrate e previdenziali all’Inps, in cui sono incluse anche 2 milioni e 270mila euro di ritenute Irpef non versati dalla controllante Genoa cfc entro i termini previsti dai regolamenti federali. Secondo la Covisoc, queste proposte sarebbero state presentate dopo il termine del 16 dicembre, previsto per il pagamento dei tributi per non ricevere sanzioni. Dunque, la Procura Figc dovrà dunque valutare con la sua inchiesta se esistono i presupposti per l’eventuale deferimento del Grifone alla giustizia sportiva.

Genoa logo stemma Corci Accornero

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.