Krzysztof Piątek è un predestinato

Il ritratto del polacco, dipinto da Footbola

2414
Piatek Genoa
Piatek esulta (foto di Genoa Cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sono solo due i campi da calcio a Dzierżoniów, in Bassa Slesia, e di questi due uno è in sintetico. In questa zona della Polonia il pallone è calciato quasi marginalmente, tant’è vero che per certi versi gli sport preferiti sono il nuoto e le bocce. Curioso dunque che sia proprio da questa cittadina, 33mila abitanti e la distruzione patita durante la guerra dei trent’anni, che sia sbocciato Krzysztof Piątek. Un predestinato, a detta di tutti ma specialmente secondo Michał Probierz che lo allenò a Cracovia: Varrà presto 30 milioni di euro, quando dissi che Lewandowski sarebbe stato conteso da grandi club ero deriso, e ora dico lo stesso di Piątek”. Da quelle dichiarazioni a oggi ne sono passati di mesi, e lo scettro di giocatore più costoso uscito dal KS Cracovia è sempre nelle mai di Bartosz Kapuska, pagato 5 milioni dal Leicester, uno in meno di quello che il Genoa ha speso per Krzysztof. “È simile a Robert, ma se non usa il suo talento si rovinerà da solo. Tutto dipende da lui”.

Continua…

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO SU FOOTBOLA.IT

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.