KPMG: la Juventus ha pagato Romero il 116% in più del suo valore

L'argentino da 12 milioni ceduto a 26

4119
Romero Genoa
Romero (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Se Romulo ha recentemente dichiarato di esser stato lui l’osservatore ad aver segnalato l’exploit di Cristian Romero con la maglia del Genoa alla Juventus, l’affare ormai concluso regala qualche commento critico sulle cifre mosse del trasferimento. Il difensore centrale classe 1998, nato a Córdoba e acquistato nell’estate 2018 dal club più antico d’Italia, è infatti stato ufficializzato dai bianconeri tre giorni fa per un «corrispettivo di € 26 milioni pagabili in tre esercizi».

Sebbene la testa del giocatore resti al Genoa – per sua stessa ammissione (del resto altre destinazioni come l’Atalanta s’erano palesate alla porta ma il diretto interessato le aveva prontamente respinte, mosso dalla riconoscenza nei confronti del Grifone) – il trasferimento in oggetto è stato quello caratterizzato da una maggiore forbice tra il valore effettivo del calciatore e la cifra pattuita. Lo stabilisce l’osservatorio KMPG Football Benchmark, rilevando quanto ivi presentato:

Fonte: KPMG Benchmark

Riassumendo, ecco i dati sul rapporto valore/importo del trasferimento:

  1. Antoine Griezmann (valore 114 mln, trasferitosi per 120 mln): +5,26% rispetto al valore;

2. Youri Tielemans (valore 49 mln, trasferitosi per 45 mln): -8,16% rispetto al valore;

3. Cristian Romero (valore 12 mln, trasferitosi per 26 mln): +116,6% rispetto al valore;

4. Joachim Andersen (valore 20 mln, trasferitosi per 24 mln): +20% rispetto al valore;

5. Pau López (valore 15 mln, trasferitosi per 24 mln): +60% rispetto al valore.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.