Kobe Bryant scomparso in un incidente d’elicottero

L'ex star dell'NBA aveva 41 anni

1058
Kobe Bryant
Kobe Bryant (Foto: sito ufficiale NBA)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La notizia è rimbalzata da TMZ Sports, accolta da clamore e incredulità, tanto che si credeva inizialmente in un attacco hacker ai danni del noto sito web di gossip americano. Non appena arrivata la conferma della scomparsa di Kobe Bryant, 41 anni, nell’incidente d’elicottero sul tragitto che avrebbe condotto l’ex stella dei LA Lakers alla sua Mamba Academy, è – come prevedibile – partita un’immensa ondata di messaggi di cordoglio.

Erano circa le 10 ora locale (19 italiane) quando, nei pressi di Calabasas, 40 miglia a nord-ovest da Los Angeles, il velivolo che trasportava il quarto miglior marcatore nella storia dell’NBA ha preso fuoco crollando rovinosamente al suolo. Assieme a Bryant, altre quattro persone avrebbero perso la vita, anche se al momento non è certa l’identità delle stesse, così come è in dubbio il fatto che potessero esservi anche le figlie di Bryant a bordo. Stando a ultimissimi aggiornamenti, la 13enne Gianna, detta GiGi, si sarebbe trovata assieme al padre, con cui s’apprestava a raggiungere l’Academy per l’allenamento del mattino.

Resta tuttora da fare luce sulle cause dell’incidente: stando alla ricostruzione di TMZ Sports, l’elicottero (un Sikorsky S-76) avrebbe preso fuoco non appena piombato a terra. Tony Imbrenda, capitano dei Vigili del fuoco locali, non ha escluso che si sia potuto trattare di un guasto al motore dell’elicottero a provocare l’incidente.

Per Kobe Bryant, detto del leggendario legame coi Los Angeles Lakers cui aveva dedicato l’intera ventennale carriera, cinque successi in NBA e due nomination come MVP delle finals. A fine carriera, ritiratosi nel 2016, i Lakers ritirarono entrambi i suoi numeri di maglia (l’8 e il 24, unico caso nella storia della società) e Kobe, ritiratosi a vita privata dedicandosi ai familiari – la moglie Vanessa e le quattro figlie, Gianna, Natalia, Bianca e Capri – e mettendosi a disposizione delle nuove generazioni di appassionati di pallacanestro attraverso la sua Mamba Sports Academy.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.