Kallon: «Non vedo l’ora di vedere i tifosi»

L'attaccante ha anche ringraziato i suoi mentori Sbravati e Chiappino: «Mi hanno insegnato tanto»

1196
Kallon Genoa
Kallon supera un avversario in Stubai-Genoa (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Non vedo l’ora di vedere i tifosi». Al termine della vittoriosa amichevole con lo Stubai,  Yayah Kallon ha parlato in conferenza stampa e ha espresso questo desiderio di vedere i supporter del Genoa al Ferraris, dopo il suo esordio in serie A contro il Cagliari nella scorsa stagione. TMW gli ha chiesto la sua sensazione dopo aver rivisto il pubblico dopo un anno e mezzo di assenza: «E’ molto bello. I tifosi ti danno la carica o anche in allenamento» ha risposto l’attaccante. Il giocatore aggiunge sui giocatori più esperti: «Ci aiutano, siamo tanti giovani. Ci aiutano nello spogliatoio e anche fuori». E sorride dopo aver risposto a una domanda a quale dei compagni ruberebbe qualche segreto del mestiere: «A tutti. Tecnicamente agli attaccanti a Destro, Favilli, Shomurodov e anche a Flavio Bianchi».

Infine un ringraziamento ai suoi mentori Michele Sbravati, responsabile del settore giovanile rossoblù, e Luca Chiappino tecnico della Primavera di cui ha fatto parte nella scorsa stagione: «Loro mi hanno aiutato il primo anno, mi hanno insegnato i movimenti da fare. Prima facevo l’esterno, poi ho giocato da seconda punta e trequartista. Mi hanno insegnato tanto».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.