Juric, capitolo terzo. Come può giocare il suo Genoa

Nel 3-4-1-2 del tecnico di Spalato dovrebbe esserci spazio per Zukanovic, con lo spostamento a centrocampo di Mimmo Criscito

3754
Juric
Ivan Juric (Foto Genoa Cfc)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Juric, capitolo terzo. Il tecnico di Spalato è stato richiamato da Preziosi dopo la sconfitta del Genoa contro il Parma. Terza avventura sulla panchina rossoblù per l’ex centrocampista del Grifone che dovrà fronteggiare un calendario difficilissimo. Le prossime cinque partite sono contro Juventus, Udinese, Milan, Inter e Napoli. Cinque partite che porteranno al derby del 25 novembre. Si prospetta un mese di duro lavoro per Juric e la squadra, chiamata a una prova d’orgoglio contro i campioni d’Italia.

Come giocherà il Genoa di Juric? La formazione, già vista, dovrebbe essere il 3-4-1-2. Il neo allenatore ha due settimane piene per entrare nei meandri della squadra e aggiustare ciò che non va. Il primo problema è il centrocampo, reparto fragile che mette in crisi la difesa e il portiere. In passato mister Juric ha usato come interni le coppie Veloso-Bertolacci, Veloso-Rincon, Rincon-Cofie e talvolta Cofie-Rigoni: quasi sempre un interditore e un playmaker. Questo Genoa ha solo un metodista, Sandro: dipenderà se il croato vorrà proseguire con lui e Hiljemark in mezzo oppure cambiare. Una cosa sembra certa: Omeonga avrà più spazio.

In difesa, invece, Juric recupererà a giorni Lisandro Lopez, pedina che Ballardini ha usato solo in amichevole contro l’Alessandria. L’ex Inter può sostituire Spolli, ricordando però come il rendimento del Flaco sia strettamente legato all’equilibrio del centrocampo. Biraschi è una certezza, meno la posizione di Mimmo Criscito. Juric lo metterà alto o basso? più probabile la prima; non va dimenticato che Zukanovic ha avuto un buon rendimento nella gestione del Pirata. Per quanto riguarda l’attacco sarebbe saggio non toccare il triangolo Pandev, Piatek, Kouamé…

Infine, l’ultimo dubbio: confermare Radu o riabilitare Marchetti? Se Juric sarà coraggioso confermerà il giovane romeno, se andrà sull’esperienza allora contro la Juventus rivedremo in porta Marchetti.

Genoa (3-4-1-2): Marchetti; Biraschi, Spolli/Lisandro Lopez, Zukanovic; Romulo, Sandro, Hiljemark/Mazzitelli, Criscito; Pandev; Piatek, Kouamé.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.