Italia campione d’Europa di rigore

Dopo l'1-1 fino ai supplementari, sono stati decisivi gli errori dal dischetto

729
Bonucci segna il gol del pari (Foto tweet @Vivoazzurro)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

L’Italia è campione d’Europa ai rigori, dove ha battuto 4-3 l’Inghilterra dopo l’1-1 fino ai supplementari. Decisivi gli errori inglesi dal dischetto di Rashford, Sancho e Saka, dopo quelli azzurri di Belotti e Jorginho.

Passa prima in vantaggio l’Inghilterra dopo soli 2 minuti: su cross da destra, Shaw indisturbato batte Donnarumma da pochi passi. L’Italia ci mette tempo per reagire, mentre gli inglesi controllano la partita con un catenaccio “all’italiana” in fase di non possesso: Chiesa prima (pallone che sfiora il palo alla destra di Pickford) e poi Verratti sono le uniche occasioni per gli azzurri.

Nella ripresa inizia il pressing degli uomini di Mancini che porta dapprima a una punizione di Insigne che sfiora l’incrocio dei palo e poi un’azione a percussione di Chiesa con tiro deviato in tuffo da Pickford. Al 68′ il pari italiano: mischia su corner, pallone sul palo e di rimbalzo Bonucci infilza il portiere.

Si va ai supplementari: Italia ancora in pressing sugli avversari. Nel secondo extra time, gran punizione di Bernardeschi, pallone forte ma centrale parato da Pickford. Poi Donnarumma anticipa Stones smanacciando il pallone. Poi la sofferta lotteria dei rigori: alla fine l’Italia è campione d’Europa dopo 53 anni.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.