Inter-Napoli, è morto il tifoso investito da un suv prima della partita

Il Questore chiederà al comitato per l'ordine pubblico il blocco delle trasferte dei tifosi nerazzurri e la chiusira della curva fino al 31 marzo 2019

1077
Inter-Napoli San Siro Meazza

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Una ferale notizia attraversa l’intero mondo del calcio italiano. Daniele Belardinelli, tifoso dell’Inter investito da un suv prima di Inter-Napoli, non ce l’ha fatta: è morto in mattinata all’ospedale San Carlo di Milano.

Come spiega Il Corriere della Sera il 35enne sarebbe stato travolto da un suv (non è ancora chiaro guidato da chi) in via Novara. Nella stessa via, in quei momenti, erano scoppiati gli scontri fra ultras e del Napoli e ultras dell’Inter: un centinaio di tifosi nerazzurri, a cui si erano uniti anche tifosi del Varese e del Nizza, avevano dato l’assalto a un van con a bordo i tifosi del Napoli. Un supporter partenopeo era stato accoltellato a un fianco in modo lieve. Non è chiaro se ci sia un legame fra i due episodi: per il Questore di Milano la dinamica dei fatti è ancora al vaglio degli inquirenti. Alcuni tifosi del Napoli avrebbero cercato di soccorrere Belardinelli, poi ricoverato in codice rosso in ospedale.

Per il momento sono stati arrestati due interisti e un altro è stato identificato. «Chiederò al comitato per l’ordine pubblico il blocco delle trasferte dei tifosi dell’Inter per tutta la stagione, e la chiusura della curva dell’Inter a San Siro fino al 31 marzo 2019» ribadisce il Questore.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.