Inghilterra spinta da un HurriKane: domenica è finale con l’Italia

L'attaccante del Tottenham decisivo con un rigore ribattuto nel primo supplementare

473
Kane Inghilterra
Kane segna con l'Inghilterra (foto Twitter di Euro 2020)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

It’s coming home. Sta tornando a casa, dicono gli inglesi riferendosi a un trofeo che manca dal 1966. A Wembley l’Inghilterra batte 2-1 la Danimarca e vola in finale di Euro 2020: domenica scontro con l’Italia di Mancini che non vince questo trofeo addirittura dal 1968. Gli uomini del ct Southgate hanno ribaltato, ma solo ai supplementari, l’iniziale vantaggio di Damsgaard con la sfortunata autorete di Kjaer e il calcio di rigore – piuttosto generoso alla luce delle differenti inquadrature Var che non chiariscono il contatto tra l’atalantino Mæhle e Sterling – ribattuto da Harry Kane (il figlio d’arte Kasper Schmeichel intuisce ma non trattiene la soluzione del centravanti del Tottenham). Nulla osta la presenza di un pallone a un paio di metri a destra dell’azione del rigore, dalla parte esterna. Non interferisce né col portatore di palla né col difendente. La Regola 5 del Regolamento Ifab parla chiaro: “lasciare proseguire il gioco se l’elemento esterno non interferisce con il gioco e farlo rimuovere il prima possibile”. HurriKane, l’uragano dell’Essex, spinge l’Inghilterra in finale al campionato Europeo per la prima volta nella sua storia.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.