Il sindaco di Murcia accoglie trionfalmente il Genoa

Il primo cittadino Josè Ballesta: "Siamo particolarmente felici di aprire la nostra regione al Genoa, il club più antico d’Italia”. Prandelli: “Un grazie sincero lo esprimiamo per come siamo stati accolti da voi oggi e in questi giorni in questa regione"

1100
Josè Ballesta, al centro, sindaco di Murcia accoglie il Genoa (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Le chiavi della città di Murcia”. L’inno del Genoa a risuonare nel salone di rappresentanza. E un’accoglienza semplicemente trionfale per mister Prandelli, capitan Criscito e il bomber Piatek dal sindaco della città spagnola, Josè Ballesta, a nome di tutta la comunità e regione. La consegna di una copia dell’atto di fondazione, risalente al secolo 13° secolo, ha poi chiuso la cerimonia di benvenuto a club e squadra. “In questa sala abbiamo ospitato il re di Spagna, sono stati premiati e sono presenti campioni del mondo e olimpionici di altre discipline. Siamo particolarmente felici di aprire la nostra regione al Genoa, il club più antico d’Italia” ha esordito il primo cittadino. “Molti abitanti di Murcia portano nomi italiani e i genovesi sono di casa dai tempi del commercio della seta. Tra Genova e Murcia le relazioni sono molto strette, al punto che stiamo lavorando a un gemellaggio, al di là delle iniziative che ci uniscono sotto il progetto Eurocity con altre realtà. L’augurio è di vedere il Genoa vincere lo scudetto. E che le due squadre delle città trovino presto punti di contatto”.

A nome del club, della squadra e dello staff tecnico mister Prandelli ha ricambiato le attenzioni straordinarie di cui il Genoa è stato gratificato durante la visita ufficiale. “Un grazie sincero lo esprimiamo per come siamo stati accolti da voi oggi e in questi giorni in questa regione. Come se ci conoscessimo e fossimo qui da tanto tempo. Abbiamo trovato delle strutture fantastiche e persone molto disponibili che hanno agevolato il lavoro. Ammiriamo l’antica storia di Murcia e sentiamo dentro di noi il bisogno di salutare e ringraziare l’amministrazione e i residenti. Non chiedeteci però di vincere lo scudetto per piacere. Crediamo nelle sinergie che si possono sviluppare sul piano economico, professionale, sportivo, ma soprattutto dal punto di vista umano. Auguriamo alla squadra di Murcia di tornare subito nella Liga per impostare dei progetti insieme e proseguirli nel tempo. Grazie da tutto il Genoa alla vostra comunità”. Il Grifone ha regalato al sindaco le maglie di Criscito e Piatek. Hasta luego!

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.