Il Genoa rende omaggio a Mino Favini

Michele Sbravati, responsabile del settore giovanile rossoblù: «C’è una frase che racconta la sua grandezza. Saper ascoltare è molto più importante che parlare»

369
Mino Favini (Foto Genoa cfc)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Attraverso il sito ufficiale il Genoa ricorda Mino Favini, responsabile del settore giovanile dell’Atalanta morto stamane a 83 anni. Ha scoperto tanti campioni: da Pazzini a Montolivo, da Zambrotta a Matteoli, da Borgonovo a Morfeo.

Il Genoa rende omaggio a Mino Favini scomparso all’età di 83 anni. Una figura che ha fatto del bene a tutto il calcio italiano, scoprendo fior di talenti e diffondendo valori importanti. Se mister Prandelli aveva iniziato la carriera di allenatore proprio alla scuola dell’ex dioscuro dell’Atalanta, il responsabile delle giovanili del Grifone, Michele Sbravati, ricorda quello che è stato un modello per tutti. “E’ stato il, non un, riferimento per chi iniziasse questo lavoro negli ultimi 30 anni. Moralità, passione. Capacità di dialogo. C’è una frase che racconta la sua grandezza. Saper ascoltare è molto più importante che parlare. Gliela ho sentito ripetere spesso. E’ una frase che ho fatto mia nelle slide con cui capita di presentare la nostra attività. Porgiamo condoglianze alla famiglia”.

Il Genoa Cricket and Football Club si unisce al cordoglio della Famiglia e al lutto di tutto il calcio italiano.

Sbravati
Michele Sbravati (Foto Pianetagenoa1893.net)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.