GRIFO D’ATTACCO – Maran, un fiasco di Preziosi

Pronto Ballardini, alla sua quarta avventura rossoblù con tre salvezze all'attivo

7014
Scamacca Badelj Ballardini Maran Destro Grifo Pandev calcio campionato Serie A Nicola Agudelo Thiago Motta Andreazzoli Preziosi oscar Criscito Genoa Var Prandelli Nuti Juric Ponte Morandi Genoa Piatek
Il giornalista Beppe Nuti, voce e volto storico delle emittenti radio-tv genovesi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Genoa perde l’ennesimo scontro diretto della stagione: 2-0 a Benevento e Maran ormai prossimo all’esonero. Parleremo del momento rossoblù con Beppe Nuti, giornalista di Telenord, nella 195ª puntata della rubrica di Pianetagenoa1893.net “Grifo d’Attacco”.

Salvo sorprese, mister Maran sarà sollevato dall’incarico di allenatore del Genoa. «Il fallimento di Maran coincide con l’ennesimo fiasco di Enrico Preziosi. E’ stato il presidente ad aver scelto questo allenatore senza cautelarsi con una programmazione adeguata per la Serie A: per la quinta stagione consecutiva il Grifone è sulla graticola. Manca una società che, ad esempio, contrasti le voci di mercato su Scamacca fuoriuscite ventiquattro ore prima della delicatissima trasferta di Benevento».

Già si parla di calciomercato… «Ed è un male, come un male è il progressivo distacco dei tifosi rossoblù dalla propria squadra. I nomi che circolano in luogo di Scamacca, poi, sono scadenti: Musacchio è la quinta scelta del Milan – gli è preferito Kululu – mentre Colombo è un giovanissimo tutto da scoprire. Servono almeno quattro giocatori di spessore, uno dei quali capace di saltare l’uomo. In breve tempo il nuovo allenatore dovrà costruire un gruppo omogeneo, che giochi con determinazione e con grinta contro ogni avversario».

Dovrebbe essere la giornata dell’insediamento di Davide Ballardini. «Venne giudicato “scarso” da Preziosi e l’anno scorso venne contattato dall’a.d. Zarbano, mossa non gradita a Ballardini. Speriamo che il tecnico romagnolo serva il… poker rossoblù essendo alla sua quarta avventura rossoblù con tre salvezze all’attivo. Sono convinto che questa sarà la più difficile di tutte perché attualmente il Grifo è la peggiore squadra della Serie A. Dati (e cabala) alla mano, Ballardini non ha mai perso al debutto con il Genoa…».

La salvezza è definibile come un’impresa? «Andiamo cauti con le parole perché il Benevento è una squadra in fuga e con coesione, sì, ma non ha messo sotto il Genoa con il gioco: ha solo capitalizzato alcuni episodi a proprio favore. Il Genoa è a quattro punti dalla zona tranquilla e l’andamento del campionato segna un assembramento di squadre in fondo alla classifica, sebbene alcune di queste (Torino e Fiorentina su tutte) abbiano organici dormienti».

Alessandro Legnazzi e Beppe Nuti

Clicca qui per leggere il precedente numero del Grifo D’Attacco

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.